BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mag
06

« Governo BerluscLetta, il valzer delle Commissioni »

C


ome è prassi consolidata da circa un ventennio, il televenditore d’Arcore, non fa mai nulla se non ha una contropartita più che lauta ; ed esclusivamente che favorisca i suoi tornaconti.
Vista la malaparata giudiziaria di questi ultimi mesi, tra un rinvio e l’altro degno emulo del film “Ieri, oggi e domani” nella parte dell’Angelina ; le possibilità di sfuggire alle maglie della giustizia si fanno rade, allora l’escamotage di trasformarsi in un nuova figura istituzionale e farsi un bel salvacondotto per gli anni a venire. papy_costituente
Accompagnato dai suoi più stretti cacicchi con al seguito i loro peones, ad osannarlo come alta figura politico-istituzionale, arrivando persino a definirlo un padre costituente d’Italia ; come suol dirsi al ridicolo non c’è mai limite.
Tra le dichiarazioni più salivanti, quella della deputata Michaela Bianciofiore:
«Silvio Berlusconi sarebbe uno straordinario presidente della Repubblica e, in fondo, lo sanno anche i rappresentanti della sinistra che lo hanno conosciuto e frequentato dalla sua discesa in campo del ’94. Nessuno più di lui sarebbe vero garante dell’Unità dello Stato, vero padre della Patria, vero paladino dell’Italia e degli italiani, come le cancellerie estere sanno bene e temono. Silvio Berlusconi sarebbe interprete autentico del ruolo sopra le parti che spesso ha dimostrato anche da presidente del Consiglio»..
Purtroppo la salita sul Colle non s’è avverata, allora come primo ripiego proporsi come capo della Costituente, salvati cielo, come mettere una faina guardia del pollaio ; visti i suoi precedenti di bassa statura etico-politico-istituzionale ; non era il caso oltre ai veti a molte voci degli altri.
Tra le tante : Matteo Renzi che ha definito la sola ipotesi «inaudita» poi il neo viceministro all’Economia Stefano Fassina : «Dobbiamo trovare una figura in grado di dare garanzie a tutte le forze politiche e Berlusconi non è tra queste»; e così a seguire.
Ob torto collo, ma non si sa se sia certo, ha platealmente fatto un passo indietro, ma dichiarando che lui :«Non è possibile che uno che ha presieduto il G8 e che ha tenuto la presidenza dell’Ue non possa essere considerato per questa commissione»…. «Poi posso fare un passo indietro. Ma la mia esperienza va riconosciuta».
Forse un lapsus di senile memoria, sulle sue vicende boccaccesche che hanno fatto il giro intergalattico dal bunga bunga in poi, l’aver definito l’Italia un paese di merda, ed altre amenità profferite a destra e manca; forse una figura da mettere nella damnatio memoriae della nostra repubblica.
Ma da bravo televenditore, facendo il passo indietro, vuol mettere le adunche mani sulle poltrone chiave di Giustizia e Telecomunicazioni,; tanto per sistemarsi le sue cosine giudiziarie e dare una mano ai suoi affarucci televisivi ; per lui esiste solo e soltanto il suo tornaconto.
Ma oltre a questo, benchè faccia parte del governo, sta già in piena campagna elettorale, ieri inondava di cinguettii su Twitter, uno su tanti per dimostrare la sua falsità : “Popolo della Libertà @ilpdl
#Berlusconi: lo Stato protegga i suoi cittadini e riconosca di aver sbagliato introducendo l’Imu #TG4” ; per saperne di più basta leggere su Wikipedia la sua falsità e far sempre conto sui gonzi che gli danno ancora credibilità. chi ha fatto l’I.M.U.
E che ce ne siano è ampiamente provato, basta ricordare la famosa lettera del rimborso IMU ve la ricordate ? ; un monumento alle falsità preelettorali del patonza d’Arcore.

Media 4.33 su 5
Share


1 commento

No ping yet

  1. Avatar
    Gianni Di Quattro scrive:

    uno alla Lega (RAI) e uno a Vendola (Copasir).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*