BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Apr
30

« Governo Enrico Letta sarà la liquefazione del PD ? »

A


mmesso e non concesso che si riappacifichino gli animi turbolenti in casa PD, dobbiamo comunque tener conto dell’autodistruzione fatta difronte agli elettori
per l’elezione del secondo mandato a Napolitano ; ha bruciato i suoi migliori componenti storici del partito in una sorta di autolesionismo demenziale.
L’investitura, al giovane Letta per formare il nuovo governo della XVII legislatura, ha dato il colpo di grazia al marasma partitico delle tante anime che lo compongono ; dai vetero comunisti del Pci ai democristiani del centrosinistra, socialisti e ultimi resti di partiti ormai spariti dalla scena politica da anni. letta_camera E’ evidente, che con il prossimo congresso dovranno farsi carico ognuno delle proprie responsabilità, prendendo atto che il duopolio fa parte ormai del passato, riacquistare la fiducia dei propri elettori, visto che quello che si è propugnato in campagna elettorale e dopo al risultato è stato largamente disatteso.
Il discorso programmatico fatto alla Camera, è un discorso d’intenti con l’evidente l’apporto di peso del Pdl, ma le problematiche toccate sono le stesse incancrenite da decenni e che oggi sono esplose con tutta la virulenza della crisi.
Alle tante proposte fatte in perfetta buonafede, manca la precisazione di dove si prendono i fondi , salvo che vengano reperiti con una nuova manovra finanziaria attuata su i soliti noti ; come il vecchio detto le nozze con i fichi secchi non si fanno.
Adesso stanno saltellando godendo come ricci quelli del Pdl, per aver ottenuto una vittoria sull’IMU, che verrà stoppata dal mese di giugno, quindi una soluzione di comodo facendo un bel buco alle risorse.
Ed a seguire le intenzioni di : «Andranno migliorati gli ammortizzatori sociali… , estendendoli a chi ne è privo a partire dai precari e si potranno studiare forme di reddito minimo per famiglie bisognose con figli» ; sempre il dubbio i fondi ?.
Ma la prova regina, sarà quella della riforma sulla legge elettorale, a seguire tutto quello che era restato nei cassetti bloccato dai veti incrociati ; ma quello che potrà dare il colpo di grazia al PD, sarà quello se si avvererà quanto detto dal Berlusconi : “Guiderò io la Convenzione per modificare la Costituzione” ; il peggior incubo.
La sua dichiarazione : «Abbiamo un’ultima possibilità. Basta debiti scaricati sulle future generazioni», è decisamente meritoria ma a quanti compromessi dovrà cedere ? ; e la lapidaria puntualizzazione : « Se tra 18 mesi non sarà avviato il processo delle riforme istituzionali ne trarrò le conseguenze» ; è già un avviso alle componenti politiche di prepararsi allo scatafascio?.
Adesso s’inizia vediamo il prosieguo, la rete commenta di tutto e di più e tra i tanti : “Letta se fa almeno un terzo di quello che ha detto tra un anno siamo tutti in piazza a gridare: letta santo subito!”.

Media 4.60 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*