BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Giu
12

I CAPRICCI DELLE DESTRE SFASCISTE di Tommaso Merlo


Conte convoca gli Stati Generali e le opposizioni fanno i capricci sulla location. L’unica cosa che hanno in testa è rovesciare Conte. Perfino la pandemia non ha sedato la loro brama di potere.
Questa volta non sapevano che scuse inventarsi per piantar grane così alla fine si son attaccati a Villa Pamphilj che peraltro è sede istituzionale. Già, fanno i difficili. Come se non li conoscessimo. Come se le destre nostrane fossero rinomate per la loro sensibilità ai protocolli. Salvini fa politica con la clava.
Da ministro dirigeva il suo dicastero dal backstage del suo comizio esistenziale mentre alle riunioni dei suoi omologhi europei lo stanno ancora spettando. Un uomo delle caverne che oggi fa lo schizzinoso e alza il ditino per Villa Pamphilj. Stessa solfa per la Meloni, non è certo il bon-ton la sua qualità migliore e tantomeno quello istituzionale.
In parlamento non la si vede neanche col binocolo e quando per miracolo degna l’aula della sua presenza o sbaglia piano o finisce che volano gli stracci che manco al mercato ortofrutticolo. Eppure per Villa Pamphilj alza il nasino all’insù.
Quanto a Berlusconi pare sia ancora tra noi anche sei nei talk-show si fa sentire solo per telefono.
Altro personaggio che tra corna e barzellette ha dimostrato una sensibilità alle etichette pari solo a quella dei clown del circo. Una vita terrena di fregnacce urbi et orbi eppure perfino il fantasma di Arcore fa lo smorfioso su Villa Pamphilj. Sfascismo e pure ipocrita.
La location degli Stati Generali non c’entra una beata mazza. L’unica cosa che hanno in testa le destre sfasciste è far cadere il governo Conte e prendersi il potere il prima possibile. Punto e basta.
Non riescono a stare al gioco democratico come opposizione, non riescono a partecipare alla ripartenza da un ruolo subalterno. Vogliono comandare loro e lo vogliono anche a costo di mandare tutto all’aria. Neanche le idee c’entrano.
Puntano sul fallimento degli Stati Generali, puntano su un acuirsi della crisi e del malcontento sociale in modo da lucrarci sopra politicamente. Non vogliono soluzioni, voglio problemi.
E questo perché gli conviene. In Italia ha sempre funzionato così. Gli interessi e le ambizioni dei partiti e dei loro capoccia son sempre venuti prima di quelli dei cittadini. Le poltrone son sempre venute prima delle cose da fare.
Se poi le destre dovessero conquistare il potere, allora la loro propaganda si placherà di colpo e per magia tutto diventerà roseo. La solita vecchia politica. Sfascista e pure ipocrita.
Ad aggravare la situazione oggi ci sono un sacco di soldi da spendere dopo anni di magra. Soldi che han reso le destre ancora più fameliche e determinate. Finora sciacallare in tempi di pandemia gli ha reso molto poco ma c’è da scommetterci che continueranno a provarle tutte per rovesciare Conte. Come con gli Stati Generali, non sapevano che scuse inventarsi per boicottarli e così alla fine si son messi a far capricci sulla location.

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*