BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Lug
11

« I geriatrici della politica »


Giusto per saperlo la geriatria (dal greco γέρων, “vecchio, anziano” e ἰατρεία, “cura”) è una disciplina medica che studia le malattie che si verificano nell’anziano e le loro conseguenze disabilitanti, e nel nostro olimpo politico ne abbiamo di arzilli vecchietti che sono incollati allo scranno ; lasciarlo per loro sarebbe un dramma si sentirebbero persi senza più il potere spicciolo che hanno.
Ma tra le varie tipologie, ci sono quelli che sanno ben invecchiare, dando ai giovani la loro esperienza ; ci sono poi i personaggi antropologicamente diversi, che allietano il teatro della politica con la loro verve senile.
In particolare i magnifici due del trapassato governo, il capo per descriverlo uso le parole del libro “io voto Shakespeare” scritto da Marco Follini ; impietosamente dice la verità che è sotto gli occhi di tutti : “Un’ombra in cammino, un povero attore che s’agita e si pavoneggia per un’ora sul palcoscenico e del quale bob si sa nulla”.
Credo che s’attagli bene al suo modo d’essere, sempre primeggiare e continuare a fare il teleimbonitore politico, spacciarsi per un latin lover ma solo e soltanto pagando o ricompensando lautamente le prestazioni ricevute ; un lento spegnersi dalle luci della ribalta che strenuamente vuol tenere accese.
L’altro più ruspante, ha come facies politica lo spernacchiamento ed il dito medio alzato a mò di bandiera, sulle utopie territoriali ha creato il orticello da Pontida e messo su la sua macchina da soldi, oltre che piazzare a destra e manca i suoi laudatores più stretti, con la creazione di un “cerchio magico” che gestiva ed amministrava i rimborsi elettorali.
Dopo le note vicende, che la Lega ha seguito la strada di Roma ladrona, si è letto dell’allegra gestione dei “soldi pubblici” del finanziamento al partito, usati in maniera molto disinvolta per spese personali : oltre a darsi alla finanza estero vestita vedi Tanzania ect, per poi darsi agli acquisti di beni durevoli vedi lingotti e diamanti.
Il tutto, alla faccia dei propri elettori e del resto d’Italia, dimostrando d’essere tanto ne quanto gli altri compagnucci di merenda d’ogni colore e/o schieramento ; ma quello che è decisamente risibile e dimostra la sua senilità incipiente, è il negare l’evidenza ; per averne un’idea leggete l’intervista illuminante del personaggio.
Forse con il prossimo governo sarà il caso di mettere delle badanti robuste ed over50, ma a carico dei geriatrici

OkNotizie

Media 4.33 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*