BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Giu
12

« I partiti di oggi sono soprattutto macchine di potere e di clientela (E. Berlinguer) »


Con la caduta del pseudo governo berlusconiano con i suoi nani e ballerine, si è sempre più accentuata la partitocrazia, l’arrivo dei tecnici è stato per loro la scusante di tutto quello che non hanno saputo o voluto fare per interesse e clientelismo.
Ancor più eclatante la gerontocrazia imperante, tarpando le ali o limitando l’avvento delle nuove leve, una paura forse recondita di finire nel dimenticatoio o di non ritrovarsi più nei quotidiani o settimanali.
Hanno dimostrato il loro disinteresse per la ‘cosa pubblica’ con un assenteismo deplorevole, basta leggere le presenze dei vari parlamentari su Openpolis, se vi va di cercarli.
Adesso sono afflitti da cerchiobottismo galoppante, alle azioni di governo tutti a pontificare quella che sarebbe stata meglio, dimenticandosi di quando erano al governo e gli altri all’opposizione; una chiara e manifesta preparazione al 2013.
Spacciando democrazia spicciola con il festival delle primarie, di riformare la legge elettorale da’’attuale ?porcata’ calderoliana, non se ne vede manco traccia, parole e sofismi di fatti, come è loro abitudine, ben pochi.
Qualcuno ha citato Berlinguer come un faro politico, ma ovviamente nessuno ne ha le capacità d’esserlo, perché quanto mai ancora vive ed attuali le sue parole : «Noi siamo convinti che il mondo, anche questo terribile, intricato mondo di oggi può essere conosciuto, interpretato, trasformato, e messo al servizio dell’uomo, del suo benessere, della sua felicità. La lotta per questo obiettivo è una prova che può riempire degnamente una vita».
E di loro meglio non parlarne.

OkNotizie

Media 4.67 su 5
Share


1 commento

No ping yet

  1. Avatar
    angela Passera scrive:

    BERLINGUER MERITA DI ESSERE RICORDATO E APPREZZATO OGGI COME IERI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*