«

»

Dic
17

« I trio tolemaico »

bla_bla

V


Isto l’approcciarsi delle elezioni europee, il trio M5S/Lega/FI, danno stura ai progetti bellicosi che li accomuna ; il collante è l’antieuropeismo viscerale ed in particolare contro l’euro, solite chiacchiere ed aria fritta preelettorale per concimare i propri orticelli elettorali.
Purtroppo per loro, e per i pochi fantasisti dell’economia pindarica, il processo iniziato dall’UE può essere solo portato avanti con l’apporto costruttivo di tutti ; rinunciarvi si ritorna ai feudi medioevali e non solo si assisterà impotenti al crollo in verticale dell’economia per i paesi più deboli.
Gli azzecca garbugli, per far contento il pregiudicato decaduto, hanno tolto una risorsa, che ben poco costava anche se andava rimodulata catastalmente, l’asserto di Filippo Taddei : « tassare ciò che è immobile per favorire ciò che è mobile » ; ha tutta la sua valenza.
Molto esaustivo l’articolo di Massimo Riva su Espresso, entra nel merito e fornisce la vera chiave di lettura alle assurdità del trio di politica d’accatto voti ; “ merita leggerlo”.
Mentre questi artefici di grandi nullità, si perdono nei loro eloqui senza costrutto, fa riflettere un flash d’agenzia di ieri :
Adnkronos – La situazione più grave nel Meridione: il 48% è a rischio esclusione sociale e povertà. Aumentano anche le famiglie severamente deprivate dall’11,2% al 14,5%. Il dato è più alto per i gruppi familiari numerosi o monoreddito. E’ quanto emerge nel Report su reddito e condizioni di vita del 2012 dell’Istat. Pagamento seconda rata Imu, stop alle sanzioni per gli errori. Draghi: “La crescita è tornata, bene la Germania ma anche l’Italia migliora”.
E questi casta parassitaria al popolo italiano incide :
”I costi della politica, diretti e indiretti, ammontano a 23,2 miliardi di euro tra funzionamento di organi istituzionali, società pubbliche, consulenze e costi derivanti “dalla sovrabbondanza del sistema istituzionale”. «Una somma pari a 757 euro medi annui per contribuenti, che pesa l’1,5% sul Pil». È quanto stima la Uil nel rapporto “I costi della politica”, presentato oggi a Roma dal leader Luigi Angeletti e dal segretario confederale Guglielmo Loy”. [fonte http://www.ilsole24ore.com]
E dovremmo dargli ancora credito?

Media 4.60 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*