BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Lug
02

« Il buio è la regola, la luce l’eccezione »


Leggendo questo passo dello scrittore Francesco Fioretti, mi sono detto che è quanto mai la verità della nostra “casta” imperante, personaggi bramosi di potere, vivono per prebende e benefit, arrotondando con affari più o meno leciti, alla spasmodica ricerca di una o più poltrone per lievitare incarichi e rendite.
Difatti, fu alla luce l’eccezione d’annunciare che avrebbero dato ben 18milioni d’euro ai terremotati della regione Emilia e Romagna, mentre nella loro regola buia traccheggiano e fanno lo gnorri, tante parole ma nelle casse dei comuni ancora non s’è visto un euro.
Altra eccezione, sentire lo sputacchiante cispadano, che con una faccia tosta ha rutteggiato : « Qualcuno ha aperto la fortezza della Lega dall’interno. Siamo qui in conseguenza dell’attacco della magistratura. La Lega non ha rubato nulla, i ladri sono altri, i farabutti romani ».
Praticamente sono stati i farabutti romani, a fargli spendere i soldi del rimborso pubblico, stando a quanto emerso dalle indagini in corso e dalle dichiarazioni dei protagonisti … in :
Investimenti:
• Lingotti d’oro;
• Diamanti;
• Investimenti in Tanzania e a Cipro;
• Acquisto Corone Norvegesi;
Cerchio magico e famiglia Bossi:
• Manuela Marrone, moglie di Umberto Bossi: poco meno di un milione di euro per la “Scuola Bosina”.
• Ristrutturazione casa di Gemonio fatta “all’insaputa” del proprietario, Umberto Bossi;
• Vacanza ad Alassio famiglia Bossi;
• Due appartamenti a Brescia nella disponibilità dei Bossi;
• Bar a Milano acquistato da Belsito “per conto dei Bossi”;
• Pagamento “tasse” per i Bossi;
• Dentista per Umberto Bossi;
• Riccardo Bossi: un anno pagato all’università dell’Insubria, 15 mila euro di leasing per Bmw X5, Porsche, spese legali;
• Paghetta da 5.000 euro al mese per Renzo e Riccardo Bossi:
• Laurea albanese presa “all’insaputa” di Renzo Bossi;
• Spese personali Renzo Bossi: benzina, farmacia, ristorante, etc.;
• Pagate multe prese da Renzo Bossi;
• Audi A6 e Smart a disposizione di Renzo Bossi;
• 130.000 euro per una laurea privata a Londra, Renzo Bossi;
• Rinoplastica per l’altro figlio, Eridano Sirio Bossi: 10 mila euro;
• Soldi a Pier Moscagiuro – segretario particolare di Rosy Mauro ed autore della hit “Kooly Noody” – per il pagamento del mutuo, degli studi in Svizzera, per acquisto e noleggio autovetture, per il telefono e le vacanze;
• Rosy Mauro: soldi per diploma e laurea in Svizzera, per il Sindacato Padano e per una visita cardiologica;
• Diploma e laurea dell’ex tesoriere Belsito;
Varie:
• 300 mila euro per evitare “danni d’immagine”;
• Schede Sim intestate a cittadini extracomunitari per parlare senza la paura di essere intercettati;
• Collana Sole delle Alpi con zircone;
• Misterioso viaggio in Lapponia da 15 mila euro;
Ultime novità:
• Abbonamento Sky per Umberto Bossi;
• Omaggi floreali: 7 mila euro;
• Abbigliamento per Umberto Bossi, 24 mila euro in tre anni: canottiere in filo di scozia, camicie verde-Padania, abiti da 700 euro, pantaloni spezzati, pigiami, giacconi, maglioni, cinture, calze e mutande;
(fonte www.nonleggerlo.blogspot.it)
Poi c’è l’eterno giullare della sai l’ultima, che ci dispensa le perle della sua senilità galoppante sentenziando : «L’accordo strappato da Monti a Bruxelles è un passo positivo … se è andata bene è anche perché noi del Pdl abbiamo facilitato il suo lavoro in Europa … credo che anche la mia minaccia di uscire dall’euro abbia spaventato tutti, compresa la Merkel … Questo è stato utile a favorire una soluzione positiva, per la quale mi sono impegnato direttamente anche nel Ppe facendo valere il mio ruolo». .
In questo caso, siano nel buio più profondo dei deliri d’onnipotenza, pensando che il resto del mondo sia un “berlusconensis servilis” (copyright Pocus) ; ancora bob ha trovato un anima pia che gli dica di mettersi tranquillo in una delle sue ville, che il tempo passa per tutti.
Un attimo di luce, in questo buio profondo delle istituzioni, ci arriva nientemeno che da un gruppo di suore orsoline di Casa Rut di Caserta, guidate da suor Rita Giaretta, che hanno scritto una lettera a Napolitano e Monti, con l’invito ad “osare la giustizia”; cancellando i privilegi e restituendo ai cittadini “le ricchezze accumulate ingiustamente come si fa per i beni confiscati alle mafie”.
Però l’evocazione del passo del Vangelo che è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago che la casta molli qualcosa, forse così rende meglio l’idea.

OkNotizie

Media 4.50 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*