BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mar
22

Il caso dei Marò

maro


Non abbiamo mai parlato in questo blog del caso dei due Marò detenuti prima in India, poi rimandati in Italia e, in queste ore, rispediti in India. Il caso mi ricorda molto della terrorista (ometto volutamente di ricordare il suo nome) detenuta negli States e liberata per una accordo sottobanco tra il nostro governo e quello americano, barattando di fatto le vittime del Cermis (ve le ricordate italiani di corta memoria?). Buffa fu poi l’accoglienza a quel personaggio, con tanto di picchetto d’onore o giù di li. Oggi si assiste all’esatto contrario dove, ancora una volta, ci genuflessiamo al volere di un paese che non ha dimostrato uno straccio di prova sull’accusa a due nostri soldati in merito ad una vicenda che è contornata da più ombre che luci. Siamo talmente inebetiti di fronte a tutto ciò che ci piove da fuori che non sappiamo neanche preservare la dignità dei nostri soldati, di conseguenza anche della nostra. Oggi il governucolo italiano rimanda nelle braccia del “nemico” due nostri ragazzi con l’assicurazione che non verranno condannati a morte. Dico ma stiamo scherzando? Tanto vale che qualche stato straniero venga qui e ci conquisti, perchè questo è quello che siamo oggi, una terra di conquista per tutti! Andiamo in Italia tanto qualche idiota che ci protegge lo troviamo sempre! Se già mi vergogno di essere italiano, oggi sottoscrivo questo sentimento di forte intensità e sdegno nei confronti di tutti i politicanti vergognosi e codardi di fronte a chi serve veramente la patria. Ecco cosa è l’Italia oggi: 50 milioni di pecore che pascolano e brucano in ordine sparso, sorvegliate da un branco di cani. non siamo altro! A chi verrà a governare dovrà mettere nel programma, tra la voce “ripresa dell’Italia” anche il recupero dei nostri ragazzi perchè lo smacco subìto non è solo di carattere umano ma anche politico. Ragazzi questo piccolo blogger è con voi e con le vostre famiglie. A presto

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*