«

»

Giu
11

Il giaguaro stanato di Stefano Clerici


ORA DI PUNTA


Volete sapere chi ha davvero vinto queste ultima tornata elettorale? A costo di sembrare impopolari o al limite dell’assurdo, noi un nome ve lo facciamo: Pierluigi Bersani. L’ex segretario del Pd, all’indomani del risultato delle consultazioni politiche che avevano sancito un paese spaccato in tre quasi identici tronconi, s’era riproposto, con coraggio quasi da inconsciente, di “stanare” i grillini. Anche a costo di sottoporsi a quell’incontro in streaming che tutti (compresi molti del suo partito) avevano poi bollato come un micidiale boomerang. Il boomerang effettivamente c’è stato, ma – stando agli esiti delle amministrative – s’è abbattuto sulla testa di Beppe Grillo e di Rasputin – Casaleggio.
Bersani non sarà riuscito a “smacchiare il giaguaro”, ma i grillini li ha “stanati” davvero, costringendoli a fare i conti con un popolo che – pur fortemente e giustamente deluso dalla politica tradizionale – non vuole che i propri consensi finiscano in un congelatore in attesa di una improbabile rivoluzione finale (quella del 100% dei voti tanto invocata da Grilo, tanto per capirci). Mentre i giovani (che magari alle politiche hanno votato M5S) non trovano lavoro e piccoli imprenditori o artigiani (che magari alle politiche hanno votato M5S) devono chiudere le loro aziende.
Ora Beppe Grillo fa di nuovo la voce grossa. Dice che “si demonizza il primo tentativo di democrazia dal basso nato in questo Paese” e che “l’esito delle elezioni è drammatico per l’Italia”. Intanto, in Parlamento il M5S perde pezzi (il passaggio al gruppo misto di due deputati tarantini pare solo un primo smottamento) e da Nord a Sud perde voti (passare, ad esempio a Messina, dal 31% delle politiche di due mesi fa ad appena il 3% delle ultime amministrative è qualcosa che farebbe scattare una feroce autocritica in qualsiasi altro partito o movimento).
Pare proprio a questo punto che agli elettori del M5S sia venuto un dubbio: vuoi vedere che il vero Pinocchio è il Grillo Parlante?

Media 3.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*