BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
11

Il migliore sindaco dopo il Big Bang


Non c’è che dire, a me questo sindaco piace sempre di più! Lo ritengo veramente forte, degno di una futura presidenza del consiglio. E non è una genuflessione, ma la pura constatazione di un ragazzo che si è fatto uomo e l’ha messo in quel posto a tutti. Certo una tale orchestralità non è farina del suo sacco, ma bensì frutto di una serie di scelte e adesioni che l’hanno portato veramente in alto sino ad essere definito il migliore sindaco d’Italia. Non solo, è di questi giorni la sua assunzione ad interim per l’assessorato alla Cultura del Comune di Firenze, una sorta di sigillo sull’affermare il proprio modello culturale. Fa piacere che un figlio di Florentia venga additato come il nuovo che avanza, in fondo noi siamo stati precursori in tante cose ed era un bel pò di tempo che non venivamo menzionati sulle pagine dei giornali, anche quelli stranieri. In questa società sempre più ignorante il nostro simpatico sindaco ha scelto la sua autostrada che lo porterà lontano sicuramente, utilizzando un veicolo che non è il suo, il PD, vendendo quello che più sa vendere meglio: le parole! L’avessi avuta io questa capacità 15 o 20 anni fa. Oggi sarei un politico affermato, guadagnerei quanto basta, e mi limiterei a masticare delle Hall’s Mentoliptus per rinfrescarmi l’ugula dal tanto parlare. Venderei la nebbia ai padani e le arance ai siciliani. Stilerei i miei 100 punti, ma che dico, 1000 punti per un italia migliore, dove le regole e le responsabilità siano di proprietà degli uomini del fare, e che nessuno mi venga a dire che non ho rispetto per gli anziani. Praticamente ho detto tutto e detto nulla a seconda di chi mi legge o mi ascolta. Ma la domanda da fare sarebbe soltanto una se in italia ci fossero gli italiani e non gli zombie: ma a Firenze, Renzi, che ha fatto? Qual’è il valore aggiunto portato dal rottamatore della vecchia politica? Qual’è l’impronta che i nostri figli leggeranno sui libri di storia dell’era Renziana? Misteriosa è la risposta all’arcano, ma guardando bene direi…Nulla!!!! Niente di tutto ciò si è visto in città. Il centro va sempre peggio, la città sempre sporca, i servizi mancanti, i negozi che chiudono, e le grandi decisioni lasciate alla sorte. Eviterei la lista della lavandaia, ma per essere grandi uomini occorrono delle scelte coraggiose e non il solo limitarsi a bearsi della propria voce. Le conferenze e gli incontri, il rendere partecipe i cittadini (pochi) alla vita della città, serve solo a dare dei contentini per poi proseguire nel non fare, ma solo apparire, intrufolandosi nei vari tabloid e giornali e trasmissioni televisive fino a berlusconificarsi. Però forse questa è la migliore strategia di sempre, basti vedere il governo centrale. La politica si è chiamata fuori e a fare il lavoro sporco ci hanno messo un professore che non solo fa peggio del precedente governo, ma riesce persino a non farsi ridere troppo dietro, complice un pò tutta la stampa-che-tira-le-fila compreso Fazio che si è trasformato in un novello Emilio Fede. E con un panorama così chi meglio di Renzi? Bravo Matteo hai ottenuto il mio plauso ma ti dò un consiglio: ultimamente ti ho visto peggiorato nell’aspetto, cerca il make-up artist di Silvio. Funziona!

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*