BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Apr
09

« Il trio monnezza che vuole governare »

A


scoltare certe esternazioni di “politici” fa riflettere, difatti una delle “amazzoni” di Sir Patonza d’Arcore, la Michaela Biancofiore, ha cinguettato tutta giuliva che : “Se la sinistra vuole vincere e governare, deve mandare B. al Quirinale, altrimenti tra due mesi sarà premier” ; come augurare al paese una bella pestilenza nera con accompagnamento di vaiolo e qualche pandemia di lebbra.
Nel frattempo, i nuovi cosacchi del M5S, preannunciano non di abbeverare i cavalli a San Pietro, ma bensì di fare “una clamorosa forma di protesta quella minacciata da Beppe Grillo e dai parlamentari del Movimento. Domani potrebbe infatti scattare l’occupazione dell’Aula della Camera e iniziative eclatanti si preannunciano anche a Palazzo Madama”.osservatorio_economia_romaniello Sarà ma ricorda tanto qualcuno che disse : “Potevo fare di questa Aula sorda e grigia un bivacco di manipoli: potevo sprangare il Parlamento e costituire un Governo esclusivamente di fascisti [..]”
Da parte dei tafazziani del PD, niente di nuovo, stanno discutendo sei soliti sofismi di lana caprina ; soliti Capuleti e Montecchi se dialogare con l’avversario storico, turandosi il naso, oppure lasciare la patata bollente al prossimo Presidente della repubblica.
Poi ci sarà da vedere, la lotta sotterranea per portare qualcuno al disopra d’ogni sospetto che sia di gradimento di tutti ; la vedo decisamente dura visto che quando si dicono buongiorno vanno alla finestra per verificare se è giorno.
Questa nuova casta non ci fa rimpiangere tanto la vecchia, per lor i problemi del paese sono secondari visto di come sta andando l’economia ; il paese ridotto allo stremo dalla crisi e dalle impietose tasse ; ma loro stanno tranquilli con le laute pensioni con annesso vitalizio ; ricche prebende e benefit ; il solito parassitismo di stato.
Ormai la situazione sta precipitando giorno dopo giorno, confermando quanto detto da Guido Rossi su ‘LA STRISCIA ROSSA’ : « L’Italia, frantumata dalla barbarie del disprezzo del bene comune e impostata alla snobistica ricerca del proprio particulare»”.
E di “particulare” ne abbiamo a iosa, proprio per non smentirsi la jella del 17 impera.

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*