«

»

Feb
19

« In corso il valzer delle poltrone »

S


eguendo i media ed i social network, che danno da fare come pazzi per il toto ministri, dimenticano che è solo la punta dell’iceberg poltronesco ; alla nuova ventata di usato più o meno sicuro, arriveranno anche i virgulti del cerchio magico firenzese.
Le consultazioni proseguono a ritmo serrato, ma ormai è quasi sicuro che non ci sarà alcuna sterzata a sinistra, ma bensì un riconfermare le larghe intese stile la vecchia Unione prodiana.
Come pure, i famosi bastian contrari dell’opposizione, resteranno gli stessi ma di sicuro qualcuno ascolterà le sirene renziane, i partiti ormai si sono sfilacciati come pure i cespuglietti, l’andare al voto è per tutti un salto nel buio.
Da voci di corridoio, il Renzi molto probabilmente venerdì salirà al Colle per sciogliere la riserva e presentare la lista dei ministri ; solo allora si capiranno le sue intenzioni se saranno fattibili o resteranno un libro dei sogni.
Adesso agli elettori, non resta che aspettare per capire meglio il salto della quaglia fatto in seno al partito, ma i vari partiti e movimenti dovrebbero fare una grossa riflessioni sulle elezioni regionali in Sardegna, il partito degli astenuti è il primo in assoluto, ci sono stati picchi sino al 54%.
A buon intenditor poche parole, gli elettori cominciano a stancarsi dei teatrini politici e delle fantasmagoriche promesse; il tempo delle parole è finito ora vediamo i fatti.

Media 4.50 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*