BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Dic
07

Israele: sette anni di prigione all’ex presidente Katsav per lo stupro di una sua assistente



In Israele la Corte suprema ha confermato la condanna a sette anni di carcere per l’ex presidente dello Stato ebraico, Moshe Katsav. Riconosciuto colpevole di aver stuprato una sua ex assistente e di aver molestato altre due donne che hanno lavorato per lui, Katsav è stato trasferito in prigione oggi, ma ha già annunciato il ricorso in appello.
Secondo la Corte suprema israeliana, Moshe Katsav “Ha abusato della sua posizione e ha profanato i corpi e la dignità (delle donne coinvolte ndr)”. La decisione è stata presa all’unanimità dai giudici e adesso Katsav, che è stato a capo dello Stato ebraico dal 2000 al 2007, dovrà restare nella prigione di Ramle per sette anni. L’ex presidente era stato arrestato un anno fa, accusato di violenza carnale su una donna che lavorava con lui quando era ministro, verso la fine degli anni Novanta. Altre due donne lo hanno poi accusato di molestie sessuali quando già ricopriva la carica di capo dello Stato.

continualeggeresupanorama

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*