BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
07

L’allegrone di palazzo Chigi



Dopo la visione del nostro professore sciatore, che ha sollazzato l’intero stivale italico ed anche oltre, ha regalato ancora delle perle del suo ottimismo di facciata, non crede ad una riga del New York Times, che scrive «L’Italia è in declino», è lui l’oracolo degli italiani che ha soppiantato il teleimbonitore. Si potrebbe pensare che il giornalista Ian Fisher, si affetto da sciovinismo anti-italiano, ma ha quanto pare ha raccolto molte testimonianze per l’Italia ed ha fatto anche due chiacchiere col nostro professore. Ma lui sordo ! che il paese sia «triste e privo di speranze», un menzogna ; vero ! basta la sua apparizione per scatenare la più profonda ilarità o malcontento o istinti inqualificabili. Ormai lui è disancorato dalla realtà del paese, vive in una sua dimensione astratta, chiuso nella lobby politica della casta, quale nume tutelare ; il raccontare che «L’italia si è rimessa a camminare », offende l’intelligenza di tutti gli italiani, considerandoli degli sprovveduti. Ha dalla sua, solo un minoranza di giornalisti convinti assertori del «prodologismo », ma anche questo sparuto manipolo sta facendo i conti con la realtà ; ormai si stanno rendendo conto di una pantomima politica unica negli annali della storia repubblicana. La caricatura del nostro professore, imitato da Corrado Guzzanti, «Io sono fermo, calmo, immobile, come un semaforo…» ; è vera ma correggerei stiamo fermi al palo. Fermi al palo dell’incompetenza ed incapacità di capire i veri problemi del paese, fermi al palo dell’inanismo ed incapace di elaborare nuovi valori e dimostrare di avere almeno un etica morale. Solo il rinnovamento ed una nuova legge elettorale, potranno darci una nuova speranza, senza saremo ancora sotto questa “dittatura morbida” come scriveva il Biagi.

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*