BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mar
09

LA BESTIA NON FUNZIONA COL CORONAVIRUS

dallarete01


Nelle ultime settimane la Lega sembra aver accelerato la sua perdita di consensi. Il partito dell’ex dj del Papeete Beach, che per brevità chiameremo Capitan Coniglio, nonostante i continui tentativi di cavalcare il Coronavirus come fosse un terremoto o un bambino di Bibbiano, continua a calare nei sondaggi.
Il motivo è molto semplice: la gente ha paura. Ha paura di ammalarsi, in molti casi ha paura di morire. È una paura intima, “egoista”, che colpisce tutti: sia chi è più sensibile ai destini degli altri, sia chi è sensibile solo al suo.
Un terremoto colpisce le popolazioni circoscritte in un’area, un’inchiesta giudiziaria al massimo decine di persone. I sentimenti di chi non è direttamente colpito possono essere facilmente manipolati: è molto facile convincere un siciliano che un Governo è inefficiente nella gestione di un’emergenza in Abruzzo, che un partito è complice di irregolarità su degli affidi in una cittadina in provincia di Reggio Emilia. Sono argomenti lontani dai più, su cui si può guidare l’opinione, specialmente di quella parte meno evoluta della popolazione in grado di acquisire solo informazioni parziali: “ho sentito che”, “ho letto su internet”, “ha detto che”.
Quando la paura colpisce praticamente tutto il Paese, invece, il gioco non funziona. Chi è razionale è già immune a strumentalizzazioni e pagliacciate, chi non lo è cerca rassicurazioni: non cerca foto con taglieri di salumi e formaggi, non cerca dirette Facebook, non gliene frega più nulla dei migranti.
La “Bestia” non funziona col Coronavirus, anzi, è controproducente. Chi è spaventato alla lunga capisce che dall’altra parte dello schermo c’è chi gioca sulle sue paure, capisce lo squallido inganno.

Media 3.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*