BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Nov
21

« La faida delle primarie targate Pdl »

P


er non esser da meno, anche il Pdl è in procinto di fare le sue primarie, il gran capo tra un viaggio riposante in quel di Malindi, ed una capatina ogni tanto per vedere che aria che tira ; fa giocare i suoi peones alle primarie fai date.
Essendo sotto spese, vedi paghette, lodi ed altro ; ha messo le mani in vanti che non scuce un euro, se le vogliono fare debbono metterci del proprio o trovarsi qualche sponsor munifico che creda ancora a Babbo Natale.
Fatto sta, che tra le tante anime e correnti, il povero Alfano vede affollarsi il proscenio dei concorrenti, ognuno con la sua ricetta magica e i suoi supporter , ma la lotta è dura e non se la mandano a dire.
Chi vista la mala parata si defila, in attesa di vedere come andrà e poi saltare sul carro in corsa, oppure trovare qualche santo protettore che gli garantisca lo scranno per la prossima legislatura, in qualche listino bloccato.
Pariteticamente al PD-L, hanno il loro giovani ruspanti che vogliono riformare il tutto e rottamare le vecchie cariatidi, ma anche loro non sanno quanto questi personaggi siano radicati alla poltrona ; e non sarà facile incartarli e metterli in soffitta.
Però, per infausta messa in grafica del poster pubblicitario, c’è scappato il vizietto di casa, prontamente ripreso nella rete facendo sganasciare dalle risate non pochi ; eccolo qua
Fa ricordare certe foto di quelli della regione Lazio, oppure quelle famose cene dedite al burlesque, proprio vero il diavolo fa le pentole ma mai i coperchi.
Ma di queste primarie pidielline la migliore in assoluto è la dichiarazione del Lo dice il capogruppo del pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto : “Le primarie del PDL stanno rimettendo in moto il partito e il centro-destra con un grande fermento di iniziative attraverso la discesa in campo di numerosi candidati e il decollo di un dibattito politico reale e anche vivace. Tutto ciò avviene nel quadro del progetto di costruire un nuovo modello di partito caratterizzato da una dialettica di tipo nuovo fondata sull’intervento degli iscritti e dei simpatizzanti. D’altra parte è inevitabile che, come spesso avviene, quando si mettono in moto processi di questo tipo emergono sia elementi positivi sia fenomeni discutibili” ; un perfetto imprimatur nel più classico e fumoso politichese.

OkNotizie

Media 4.50 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*