«

»

Nov
30

La fiera delle banalità


In un certo senso hanno ragione loro e forse più di tutti Matteo Renzi da Rignano. Un confronto a SKY per la corsa alla segreteria del PD dove ancora stiamo sciommiottando gli americani ma che americani non siamo. Ieri sera si è consumato un altro capitolo della fiera della banalità dove è stato detto tutto e il contrario di tutto. Senza voler entrare nel merito, tutti e tre hanno sfoderato una buona dose di populismo senza un accenno di graffio o di mordente. Tutti impegnati nel parlarsi addosso come se l’8 Dicembre avessero la possibilità di cambiare l’Italia. In questa fase pre elettorale tutti i candidati hanno la sfera magica, hanno la soluzione in tasca per poi vanificarla il primo giorno da politico, onorevole, sindaco. Alle domande poste ieri sera non andava risposto almeno al 50%, perchè per tali domande non c’è una risposta se non si aprono le ragionerie dello stato se non si capisce dov’è il fondo del barile. Pensare ai giovani significa levare le tasse dal mercato e incentivare la crescita. Dei tanti amici che ho diversi gestiscono piccoli negozi e vorrebbero assumere almeno un dipendente per lavorare meglio. Nessuno di loro lo fa perchè un dipendente è un investimento che costa caro. E allora dov’è la politica per i giovani? Caro Civati, oggi tua figlia ha un anno ma quando avrà 18 anni o prima l’avrai già mandata all’estero a studiare come tanti del tuo partito. E ancora parlate. Caro Cuperlo perchè i giovani devono venire nel PD? Per le promesse che poi non manterrai? Per la politica nei loro confronti di questi ultimi anni? E’ questa la sinistra? E poi lui, il fenomeno dell’ovvietà, che però sta mietendo più consensi di chiunque altro “perchè le cose le dice”, come sento spesso dire… Ecco la politica ai giorni nostri. Essere mediaticamente bravo a spararla più grossa senza poi portare nulla a termine e di questo Renzi è il n°1. Meno male che a destra le primarie non le fanno almeno ci risparmiamo un’altra puntata di banalità.

Media 4.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*