«

»

Ago
01

La formica stanca

marazico01-framed


‘Na formichina lungo la salita
spigneva ‘na mollica grossa e bianca.
Faceva ‘sto mestiere da ‘na vita.
– Basta! Me fermo qui, so’ troppo stanca –
La vide ferma e disse la sua amica:
– Ma che sei matta? Lasci la mollica?
Riprendi a spigne, nun te ferma’ mica,
pensa ar dovere tuo, sei ‘na formica! –
– Nun ce la faccio proprio, me dispiace,
de fa ‘sta vita nun so’ più capace.
So’ stata ‘na formica assai tenace,
ma adesso vorrei stare in santa pace. –
– Guarda che se nun torni ar formicaio,
nessuna poi t’aiuta, sarà un guaio… –
– Io te ringrazio, tu sei premurosa,
ma sai che c’è? La vita è ‘n’altra cosa.
Grazie p’esseme stata sempre accanto,
ma sento ormai che nun me resta tanto.
Come farò? Ce penserà er buon Dio.
Me godo un po’ de tempo che era er mio.
Er core è stanco e nun me fa più sconto,
vorrei mori’ davanti a un bel tramonto.

Media 3.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*