«

»

Lug
30

La lezione del Papa


Il nuovo Papa ha senza dubbio portato una ventata di novità a livello religioso ma anche a livello politico. Innanzitutto si è spogliato degli orpelli che da sempre hanno ornato le vesta papali ed è “sceso” tra di noi con abiti sobri privi di quella ricchezza che un pò stona con la chiesa. Ha dormito in alberghi comuni, ha viaggiato su aerei di linea, e si è permesso un bagno di folla a Rio. Cosa fa di quest’uomo un grande? La risposta è la semplicità. Pensateci un pò. Bergoglio è del 1936 quindi oramai 77 enne. E’ diventato un uomo potente, anzi potentissimo a capo del più grande esercito mai esistito: i cristiani. La chiesa è in tutto il mondo e in tutto il mondo viene rappresentata l’effige del Papa. A 77 anni cosa potrebbe fare una persona normale se fosse eletto Papa? Ringiovanire? Fare sport estremi? Folleggiare con giovani fanciulle? Mettere da parte enormi capitali? Per cosa? A 77 anni però si può riscrivere la storia, con scelte coraggiose ed anche umili, perchè in fondo la vita è giunta al capolinea per le cose citate prima. Ma non è giunta per cercare di essere e di fare cose che poi rimarranno nella storia. Il parallelismo con la politica è semplice. Prendiamo un politico che conti, un politico come potrebbe essere il presidente della Repubblica, che è ancora più anziano del Papa. Cosa gli costerebbe inaugurare una nuova primavera politica con riforme e scelte a favore del popolo? Cosa sarebbe costato, ad esempio, a Berlusconi, dall’alto dei suoi capitali, radere completamente al suolo il sistema parassitario politico italiano e scrivere una nuova pagina della storia italiana? Lo ha fatto il Papa che è di gran lunga più “potente” dei nostri politici, e lo fa in continuazione, presentandosi al check in dell’aeroporto come un normale passeggero, pagando di tasca il costo del biglietto. Va beh! lui dalla sua ha l’Onnipotente che gli concede questo, ma pensateci un pò. Da domani la politica diventa “normale” come lo sono gli impiegati della pubblica amministrazione. Ferie, cartellino, straordinari, autobus, bicicletta, auto propria, motorino… stipendio base equiparato ai manager di un azienda… Perchè se un operaio gioca col tablet viene censurato e un politico no? Il messaggio del Papa è anche questo e mai come oggi ne sentivamo il bisogno sia per una nuova religiosità sia perchè inizi ad essere di esempio anche ad altri che, papi non sono, ma si atteggiano come tali.

Media 4.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*