BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Nov
30

« La politica del nulla »

V


isto che degli altri cespuglietti ben poco se parla, e l’unica preoccupazione che hanno è quella di sopravvivere al drammatica soglia del 4% ; gli unici due che sono sempre sul proscenio per dare l’ennesima riprova della nullità politica italiana.
Se si pensava che dopo il terremoto di ‘mani pulite’ ci fosse stato un cambiamento e rinnovamento radicale delle compagini politiche sopravissute e quelle emergenti dalle macerie ; è stata una pia illusione ; come dice il vecchio detto che i pannicelli caldi fanno la piaga purulenta, l’oggi ne è la riprova.
L’evento delle primarie, che rafforza lo spirito di democrazia in una repubblica, viene vissuto come una faida interna agli apparati, la nomina di un leader di un partito e/o movimento assume toni caricaturali e grotteschi.
Lasciando fuori dalla disamina i partiti e/o movimenti in cui impera il padre-padrone della baracca, c’è ben poco da dire si segue pedissequamente il padron-pensiero o il politburo interno ti epura e ti marchia come un reietto.
Un esempio eclatante, sono le macerie del de cujus Pdl, che voleva darsi una scrollata del pesante passato postribolare e di facce impresentabili, mal gliene incolse, tutto rinviato ai verbi difetti, la mummia d’Arcore è risorta dal suo sacello (vedi lettone di Putin o resort keniota) ; e tutto l’ambaradam è andato a donne di facili costumi.
Non che l’altro stia meglio, il PD sta dando una prova magistrale di tafazzismo da meritarsi un Oscar, invece di dimostrare con programmi e vedute comuni all’insegna del partito si fanno i distinguo come se fossero due identità diverse.
Dal primo giro di primarie si è andati alla ballottaggio, confermando la disfida del premier PD in stile film “i duellanti”, senza esclusione di colpi e ricorrendo anche ai magheggi informatici, oltre ad altri mezzuggi di bassa lega.
Dobbiamo farcene una ragione, è la politica del nulla o meglio degli affari d’ogni partito, un esempio su tutti l’insospettabile UDC ha le mani pasta in ogni dove, per averne un’idea merita leggere ; dopo di che rassegnarvi a quello che abbiamo, anche perché sono i politici che ci siamo meritati per qualche decennio avendoli votati e loro si sono sbizzarriti a nominare.

OkNotizie

Media 4.50 su 5
Share


1 commento

No ping yet

  1. Avatar
    gianni Di Quattro scrive:

    Prendiamo atto che è un momento di totale assenza di strategie politiche, sociali ed economiche. stanno tamponando, girando attorno. nessuno pensa al domani, anche perchè si tratta di gente con un numero di anni ragguardevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*