BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Set
20

La renzurrezione


Renzi io lo conosco da quando era bambino. Lui era quello che portava il pallone e anche se non sapeva giocare, era un po’ goffo e cicciottello, pretendeva non solo di fare il centravanti ma anche di decidere chi far giocare e chi no. E durante la partita non stava mai zitto, sapeva tutto lui, pretendeva che tutti gli passassero la palla, faceva la punta, il trainer e anche il telecronista, e soprattutto diceva cosa dovevano fare gli altri. E se la squadra insorgeva contro di lui, si portava il pallone. Poi, un giorno, il suo pallone si sgonfiò e da allora i suoi compagni di squadra ma anche i suoi avversari non lo fecero più giocare, lo presero in giro. E da allora lui cominciò a industriarsi per bucare il pallone ai suoi ex-compagni e rivali. Chi non ha conosciuto un Renzi da bambino? C’è sempre stato un Matteo nell’infanzia di ciascuno.
.

Media 3.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*