BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Apr
11

La strana democrazia dei renziani


Che Matteo Renzi abbia un pò sparigliato le acque del PD dopo le primarie è un fatto innegabile in virtù anche di quel milione e passa voti presi in quell’occasione. Ma democrazia e regolamenti vari impongono altro, impongono delle regole che oggi la corrente renziana all’interno del Pd non vuole accettare. Eppure le primarie, lo strumento democratico per eccellenza (a loro detta), hanno imposto che il leader fosse Bersani e a lui spettano tutti i diritti di fare il bello e cattivo tempo. Che poi il voto dato a Bersani gli sia tornato contro quello è un altro paio di maniche. Oggi Bersani è il leader del PD e Renzi il suo “alleato” che non potrà prendere parte all’elezione del nuovo capo dello Stato, come anche detto dal PD toscano. Hanno voglia a battere i piedi per terra sventolando la nota preferenza per tanti italiani verso il giovane sindaco: le regole sono state scritte per essere rispettate… o no? I renziani e Renzi stanno continuando la loro personale battaglia all’interno di un partito che comunque vada farà quadrato a vantaggio delle regole stesse che lo hanno portato ad essere quello che è oggi. Nessuno vi obbliga a rimanere nel PD. Numericamente siete già abbastanza strutturati per camminare da soli con le vostre idee e convinzioni e non vedo perchè non indichiate al vostro giovane leader di proseguire per la sua strada, combattendo le sue battaglie. Il Democratico della sigla del PD sta ad indicare proprio questo: ci si danno delle regole democratiche e come tali vanno accettate. L’ho già scritto più volte: volete correre? Dimostrate quanto valete mettendoci la faccia, ma non dietro ad una sigla non vostra, ma dietro a qualcosa di nuovo che vi porti ad essere una forza nuova nella politica italiana. Non è difficile ragazzi. Oppure siete così illusi da pensare che erodendo dall’interno il Partito Democratico possiate arrivare al solito risultato? Meditate renziani, meditate.

Media 3.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*