BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mag
06

LA TORRE DELL’OROLOGIO – I pensieri di Angy


Leggere, in fondo, non vuol dire altro che creare un piccolo giardino all’interno della nostra memoria. Ogni bel libro porta qualche elemento, un’aiuola, un viale, una panchina sulla quale riposarsi quando si è stanchi. Anno dopo anno, lettura dopo lettura, il giardino si trasforma in parco e, in questo parco, può capitare di trovarci qualcun altro. (Susanna Tamaro)

li_xe020


LA TORRE DELL’OROLOGIO


Che strani specchi riempiono la mia casa.
Specchi ovunque, specchi attraverso cui esisto,
che riflettono le mie ossa,
la mia pelle, i miei passi, ogni mio sguardo.
Specchi opachi, su cui rimbalzano le ombre e non la luce.
Strano mistero il loro, non è in essi immagine speculare.
Ogni immagine è riflesso del suo opposto.
Il sorriso si liquefà in calde lacrime,
a gioia nello sguardo si riempie dell inferno dei tuoi incubi,
l eleganza degenera nella volgarità della più rozza delle cortigiane.
E tu, priva di un corpo, in cerca di tè
in quei freddi laghi che non sanno contenere nelle proprie acque
il caldo di un cielo riscaldato dal sole,
diventi complice di questo sordido gioco a rimpiattino.
Dietro quale specchio ti nascondi?
Perchè il tuo sorriso sia reale, quello del cuore e non della maschera,
devi piangere come un Pierrot,
lacrime di plastica più vere di gocce salate.
è solo nel buio che l illusione gioca.
Ma se guardi meglio attraverso questi ingannevoli specchi,
capirai che non è la vita a renderti felice, solo il suo eterno desiderio.
Ripulita dal fango, tutto intorno a te perde significato,
i colori sbiadiscono, i fiori non profumano, l amore non fa battere il cuore.
E’ solo un concetto che per chissà quale motivo
riempie le pagine di interi romanzi e la mente dei poeti.
Che tristezza veder la vita solo attraverso una finestra,
percepire i raggi del sole solo attraverso quel vetro
contro cui ti ostini a schiacciare il naso
insieme a due occhi spalancati nell attesa di un domani pieno di promesse.
Quelle stesse che si rivelano un semplice inganno,
perchè quando cè il sole, è la tua pelle a sparire.


Media 4.33 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*