BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Lug
31

Le riflessioni di Gianni Di Quattro


Devono farsene una ragione Berlusconi Renzi, Calenda e Gentiloni, i dirigenti del PD e di Forza Italia (tutti, nessuno escluso). per opporsi al populismo intriso di fascismo e con tendenze razziste ci vuole un partito nuovo, articolato con idee nuove, metodi nuovi e con teste nuove.
vecchie associazioni, vecchi partiti più o meno piccoli, devono chiudere e i loro militanti a qualsiasi livello devono ricominciare con umiltà (se vogliono e se ne sono capaci) senza pretese di incarichi, ruoli e prebende a dare una mano per il bene del paese (quelli che non se la sentono possono aderire al nuovo corso come sicuramente farà qualche grosso governatore o ritirarsi con dignità).
lo sforzo da fare è grande per l’ elaborazione dei progetti, per la loro diffusione, per il lavoro capillare che il basso livello culturale del paese richiede. ci vuole inoltre grande fantasia per inventare metodi e criteri di opposizione certamente nuovi come tutto.
il tempo occorrente non sarà breve e richiederà sacrifici, ma è inevitabile per il futuro del paese.
sul breve è solo necessario non mollare e fare la opposizione che la costituzione consente per evitare la deriva (nei limiti del possibile anche se sarà durissima) e per in qualche modo tenere attiva la fiamma della democrazia e della libertà laica e cosciente.
ripartire da alcuni concetti base è importante: il riformismo politico, il rispetto sociale, la vocazione globale, la garanzia della giustizia uguale e veloce per tutti, la cultura e la formazione, la revisione delle strutture costituzionali, lo sviluppo della ricerca e della tecnologia, l’autonomia delle periferie e la lotta al dirigismo di qualsiasi natura.

Media 3.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*