«

»

Mar
11

Le riflessioni di Gianni Di Quattro


Io ho la sensazione che un sacco di gente è prigioniera di una profonda solitudine anche se apparentemente sembra lontana da questo stato d’animo e della mente. anche se non è fisicamente sola. vedo tanti occhi pieni di melanconia e di tristezza. e comincio a pensare che il modo di vivere che pare essere dietro l’angolo potrebbe accentuare la solitudine di tanti..
questo cinematografo che stanno facendo i due partiti al governo sulla Tav, sulle autonomie, sui vaccini, sull’Europa e su quasi tutti i temi all’ordine del giorno della politica ha proprio stufato
sappiamo tutti che i due litigano, non concludono ma rimangono perchè al potere non rinunciano e poi perchè non vogliono affrontare le elezioni europee in condizione di debolezza, cioè con il governo in crisi.
tutto questo cinematografo che si svolge sotto i nostri occhi è solo per mettere a punto le balle con cui devono fare digerire ai loro fanatici seguaci decisioni che avevano a suo tempo dichiarato che non avrebbero preso..
una brutta storia per il paese mentre l’opposizione ritorna all’antico e si accuccia sul piacere di fare opposizione e insomma tutti fanno a gara per farci dimenticare ed uscire dalla modernità e dal futuro.
d’altra parte il paese si merita tutta questa gente che popola la scena per la sua ignoranza, per la sua paura, per il desiderio di conservare e di mai innovare, per la voglia di avere un capo cui ubbidire e poi bofonchiare.
insomma un paese fatto di persone che sono al livello culturale ed intellettuale che dimostrano con evidente chiarezza. un paese che si può amare anche se è difficile apprezzarlo..

Media 4.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*