BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
05

Li regali de fine anno di Tritone

Vedenno l’anno che appena cià lasciato

de botto m’è venuta l’intenzzione

de fa’ l’elenco, preciso e dettagliato

de chi se merita ninnoli o carbone

A chi all’Itajia voleva cambià pelle

votanno in massa pe’ li Cinque stelle

je regalo n’ libbro de sogni e d’avventura

pe’ consolasse dalla fregatura

A Mimmo, già sindaco a Riace,

je do ‘n paese novo co’ tutti li colori

‘ndo possono campà li bianchi co li mori

alla facciaccia di chi nun je piace

Ar mitico Sarvini je porto ‘n sarvaggente

così ner mare nun je succede ggnente

e aggiungo pure pistola e sfollaggente

che co’ tutti ‘sti negri bisogna esse prudente

All’antro Matteo je infilo drent’ar letto

‘na bella biografia de Nerone l’incendiario

pe’ fajie capì bene che tutto ‘sto carvario

l’ha provocato lui pe’ fa’ er bulletto

E ar povero Giggino che te lo dico a fa’

je dò er capolavoro de Collodi

perché s’è visto che a ‘sto paese qua

Pinocchi come lui ce ne so’ pochi

Ar presidente Conte, ‘n ber vaso de coccio

che alle riunioni, ner momento giusto

lo piazza lì, tra le Stelle e tra er Carroccio

a ricordà che mica è un bellimbusto

‘N antro regalo lo porto ai pensionati

che i sordi promessi nun je l’hanno dati

e anche a li tassisti e li noleggiatori:

ma nella manovra stanno dentro o fòri?

Ma er mejio dei regali lo porto a Mattarella

che scrive, telefona, s’appella

e co’ sti dilettanti sta sempre alle prese

pe’ evità er naufragio der nostro Belpaese

Media 4.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*