«

»

Dic
03

L’involuzione

selina_martinello-framed


Mi ero ripromessa che non avrei mai più parlato di economia, che non avrei guardato la classe dirigente del nostro Paese, ma la passione di tanti anni trascorsi sui grafici, sui dati macro-economici e sulle strategie di politica economica, hanno ancora il potere di dare un cuore pulsante ai miei neuroni.
E questa mattina le notizie dei TG, lo ammetto, mi hanno infastidito e non poco.
A volte il mio innato romanticismo trova spazio per accogliere con indulgenza pensieri nudi e crudi, estrapolati dal mondo reale che non è sempre una nuvola rosa.
Anche se in questo periodo sto facendo le stelline, i cuoricini, le culle di Gesù Bambino, anche se sto progettando il mio futuro lontano dal mondo finanziario, la mia mente addestrata agli studi economici non può mentire né a se stessa, né agli altri. Perché ipocrita non lo sono mai stata, perché la mia eccessiva autenticità se da un lato mi ha penalizzata dall’altro mi ha resa libera.
Ora scusate, vorrei riflettere con voi e insieme a voi.
Domande: chi di voi non sapeva che i cinesi a Prato lavoravano notte e giorno in quelle condizioni? Chi non sa che i loro magazzini non sono a norme, che i loro laboratori non sono a norme? Perché si fa sempre ricorso all’ipocrisia per salvarsi formalmente la coscienza? Lo sapete sì che l’industria italiana non è più il volano della nostra economia interna? Lo sapete che noi siamo destinati a scomparire con tutte le nostre eccellenze che non bastano a dare dignità ad un Popolo? Un Popolo non vive di artigianato manuale, non vive di Amarone e Barolo, non vive del turismo a Taormina e non vive di Uffizi o di Colosseo.
Una Nazione vive di classe operaia.
Sarà banale ma qui in Veneto la settimana scorsa hanno applicato una sanzione di 1000 euro ad un imprenditore agricolo, perché ha venduto della verdura dopo l’orario di chiusura: erano passati solo 8 minuti. Come possiamo pensare di progredire e di avere un futuro se non eliminiamo l’io e lo sostituiamo con il Noi. Come possiamo avere un futuro se ci siamo involuti?
Come dice Enzo Spatalino: è ora di finiamola … ma finiamola veramente…

banner1

Media 4.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*