BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Giu
26

« Liste civiche o civetta ? »


In mancanza di facce presentabili, adesso si fanno le grandi manovre per mettere un bel volto piacione per le prossime elezioni, rinnovando metodi e slogan, visto che predellini e primarie hanno fatto flop.
Questa nuova strategia, è data perché la politica attuale è ormai ammosciata ed autoreferenziale, non ha niente per recuperare credibilità con il proprio elettorato, se non il solito politichese con i ritriti proclami alla maniera del televenditore che ha imperversato per diversi lustri.
Il grave problema, è quello della preclusione a persone nuove e capaci, per la mancanza della necessaria preparazione di base e militanza politica, il più delle volte abbiamo dei parvenu nominati (non votati) senza arte o parte ; o meglio altre doti che con la politica non c’entrano nulla.
Abbiamo sempre creduto, che la politica è un preciso punto di riferimento per tutte le decisioni inerenti ‘la cosa pubblica’, invece hanno ampiamente dimostrato che nelle pieghe hanno operato per ‘la cosa personale’ ; dove la commistione ed il conflitto d’interessi i l’hanno fatta alla grande.
Alla situazione attuale scrive bene Sofia Ventura che : « La classe politica è tentata di portare l’attuale ‘grande alleanza’ oltre il periodo tecnico. Una specie di catenaccio per difendere il proprio potere e spartirselo, senza rispondere ai propri elettori».
E da qui che nasce il sospetto che le liste civiche nazionali, sia solo il solito gioco delle tre carte, per determinare poi quali siano le alleanze convenienti ma per i loro fini ; con il preciso intento di raccattare voti per legittimarsi la scelta.
Al momento si stanno guatando con i vari sondaggi, che ci stanno portando alla paranoia, come al solito il PD è il primo partito poi è inseguito dalle torme dei grillini del Movimento 5 Stelle, a seguire poi in ordine sparso Pdl, Idv, Sel, Udc ect. ; ma tutto ciò è una vera e propria finzione per spacciare l’intenzione di voto.
Mentre. gli indecisi e gli astenuti fluttuano sempre su percentuali che li dovrebbero preoccupare, perché è li bacino potenziale dell’elettorato, che voterà per protesta ; ieri Cicciolina oggi i nuovi qualunquisti o populisti che rimestano nel solito guano politico.

OkNotizie

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*