BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Ott
15

« L’Italia dei poveracci e delle caste parassitarie »

M


entre il globo terracqueo e le galassie a noi conosciute, si stanno scappellando a pelle d’orso, davanti alle mirabilia del sobrio governo tecnico, condotto dal supremo onnisciente economista Mario Monti ; le prese in giro (per non dire in slang la dove finisce la tunica e non batte il sole) sono ormai all’apoteosi.
Nemmeno il più sfrenato governo Berlusconi/ Monti o Prodi/Visco, sarebbero stati capaci di partorire tali invereconde manovre, salvando spudoratamente ogni privilegio della casta parassitaria aiutata poi dall’altra casta, difatti tra cani con ci si mangia o meglio nun ce se mozzica.
Invece di aggredire alla radice la mala pianta della corruzione, che avviluppa ogni istituzione, mettere mano ai famosi tagli veri ed incisivi allo spreco italico ; con fare roboante vende fanfaluche ai gonzi italici che ancora gli danno fiducia e credito.
Far meglio del governo patonziano, non ci voleva molto, bastava sfrondare con volontà e serietà, tutto il malcostume che aveva seminato da anni, e non solo lui per dovere di cronaca, metter mano all’accetta e dare colpi dove più si annidavano privilegi e prebende ; invece chiacchiere e distintivo (stile Al Capone).
Poi quando leggi su quotidiani e settimanali, quello di cui sono capaci di fare senza alcun ritegno ma anzi adontandosi della loro posizione è da vomito, basta leggere su Espresso l’articolo “Pensa a tutti Ponzellini” di Paolo Bondani e Luca Piana ; il primo istinto è quello di prendere i famosi forconi di Crozza memoria.
Ma, giusto per sottolineare, la grande paraculata galattica, è stata quella di tronfiamente annunciare la riduzione dell’uno per cento dell’Irpef, ma per contraltare l’innalzamento dell’uno per cento dell’IVA ; ergo una moltitudine che non ha mai visto mai 20.000 Euro risparmierà 200 euro, ma il costo della vita gli aumenterà di conseguenza ; ecco cosa cambia ; come direbbero a Milano va ciapà i rat, più prosaicamente a Roma ma vaffanculo.
Ma te ci hanno messo o te c’hanno mandato, dilemma trasteverino.
OkNotizie

Media 4.50 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*