BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mag
20

Mala tempora currunt


Come se non bastassero I problemi della crisi mondiale, che vuoi o non vuoi ha colpito tutti, ed I suoi effetti striscianti continuano a persistere, poi la gravissima tragedia abruzzese che ha colpito quella popolazione profondamente negli affetti e nelle attività.
Il tormentone dei poveri immigrati clandestini con la querrelle dll’ONU dimenticando che tale legge sull’immigrazione fu varata all’epoca, he porta il nome di Napolitano e di Livia Turco, e nel dl di attuazione sono contenute le regole oggi applicate.
Non solo ma un comma aggiunto, in accoglimento della normativa europea (con il dl del 7 aprile 2003, n.87) , che intima di ricondurre l’immigrato intercettato nel paese di provenienza o in quello dove è stato rilasciato l’eventuale documento di identità in possesso.
Orbene, davanti a questi fatti di notevole importanza, non poteva certo mancare un pizzico di gossip alla Dagospia, che è diventato lo sport nazionale per certi politici e certa stampa.
Ed allora ecco la storia del “papi”, profusa a titoloni con fiumi d’inchiostro, spulciando ogni dove per trovare altra linfa d’apportare alla storia, e giù a far vedere i regali e le sue proprietà immobiliari, in attesa di vedere il baule del corredo… ; persino la stampa estera s’è sentita coinvolta in questa storia italica con editoriali e persino con qualche correzione a refusi da “traduzione”.
Adesso, visto che la storia si ripete, come quel famoso avviso di garanzia inviato a Napoli, si riuscì a far cadere il governo Berlusconi, essendo in piena campagna elettorale cosa c’era di meglio di una bella sentenza mediatica (non definitiva) dell’affare Mills.
Un vero tornado mediatico, sul quale politici e giornalisti si sono avventati come avvoltoi, ben sapendo che tale sentenza riguarda altra persona e che non ha valore per chi non ha partecipato al processo.
Inoltre questa sentenza emessa da un giudice (la Gandus) ; si è data da fare due anni fa ha raccogliere firme contro Berlusconi tifando apertamente per il centrosinistra, asserendo che con la fine del Governo Berlusconi finalmente si chiudeva una pagina buia dell’Italia ; non mi sembra tanto al disopra le parti per avere una credibilità alla sua attività giudicante.
Anche perché l’accusa di corruzione e’ in piedi da anni, ma la sentenza e’ stata emessa già da febbraio scorso, ed adesso dopo tre mesi dalla sentenza, come da prassi, sono uscite le motivazioni , sembrerebbe un ordito ben congegnato ad arte.
Ma quello che si nota in queste motivazioni che siamo di fronte ad una sentenza basata solo su presunzioni ; il “presumptium da presumptio” nel diritto non fa testo e nella giurisprudenza i processi basati su presunzioni vanno tutti a finire con un nulla di fatto ; che anche questo sia un sottile gioco delle parti ?
Senza dimenticare che in tutta questa boutade politica di giustizialismo, la voce autorevole dell’esperienza del buon D’Alema ha sottolineato che così facendo si fa il gioco del Berlusconi dandogli la possibilità d’ergersi a vittima di chissà quale oscuro complotto.
E per i tanti che sproloquiano, sarebbe il caso anche di far sapere che comunque sia tale processo è destinato a fallire sia per norme procedurali che per tempi d’esecuzione avviandosi tranquillamente alla solita “prescrizione” ; con buona pace di tutti.
Concludo con un commento trovato in rete che reputo illuminante :
“Io vado semplicemente a votare il 6/7 giugno 2009 per eleggere i parlamentari europei riservati all’Italia. In una democrazia, nella quale ti fanno parlare, ma non ti ascoltano, ti fanno scrivere, ma non ti leggono, conta solamente il voto”

Media 4.00 su 5


8 commenti

No ping yet

  1. Avatar
    nunzia_c scrive:

    Senza parole, che Italia abbiamo siamo ridotti male.

  2. Avatar
    pensierolibero scrive:

    Ormai siamo alla frutta, i sinistrorsi non hanno più niulla dove attaccarsi.

  3. Avatar
    nunzia_c scrive:

    Almeno con te si capisce qualcosa tra tanto politichese e giornalisti da strapazzo.

  4. Avatar
    giulio d. scrive:

    Un blog che merita seguire, chiaro ed inciso e non di parte.

  5. Avatar
    Piquadro scrive:

    Come diceva Montanelli “turandosi il naso” andremo a votare.

  6. Avatar
    nadia scrive:

    Ha detto bene piquadro, bisogna turarsi il naso per votarli.

  7. Avatar
    maddalena scrive:

    Siano alla canna del gas delle istituzioni, altro che turarsi il naso.

  8. Avatar
    il passatore scrive:

    Cone dicono a Genova ma vai a scopare il mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*