BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
23

« Mancu li cani (non c è limite al peggio) »


Questa espressione di villica memoria, è il pensiero di non pochi italiani all’incubo di un futuribile rientro del geriatrico patonzesco, dopo opportuno lifting, l’età non perdona senza restauri, ripresentarsi tutto lustro e pinto come salvatore della patria. Questa è una recita che dura ormai da lustri e non attecchisce più di tanto, gusto il manipolo di peones e la solita corte di nani e ballerine può fargli da claque e sostegno.
L’asserire che : “Saremo richiamati – Cura del governo senza frutti” , è forse dimentico che su quei scranni c’è stato per anni, ma in altre faccende affaccendato, basti ricordare le decine di leggi ad personam ed aziendam, il conflitto d’interessi ; e non per ultimo il suo comportamento postribolare e clownesco a livello internazionale.
E’ ancora fresca la memoria di un parlamento di nominati e comprati al suk del voto di fiducia, la spartizione di poltrone, incarichi e consulenze con relative prebende ala pletora di cortigiani ; il lezzo stagnante della corruzione e concussione e le adunche mani delle lobby.
E non esiste cartavetrata a grana talmente grossa per cancellare tutto ciò, resterà additato come il peggiore della storia repubblicana, dove l’etica politica fu disattesa ed il rispetto alle istituzioni del tutto latitante.
Incapaci in ogni dove, adesso i due compari con il gioco delle parti, vanno pontificando uno a sostegno e l’altro all’opposizione ; sono come due guitti in un teatro avanspettacolo con le loro comparse, che abbiamo visto troppo a lungo assisi nel Parlamento.
E’ pur vero che questo governo non è eletto, ma decisamente migliore di quelli nominati, hanno solo saputo dimostrare il loro servilismo al proprio dominus, del resto sono stati totalmente incapaci di dare un senso politico per l’Italia.
Se alle tante disgrazie, che incombono sul nostro paese, ci si aggiungesse questo infausto ritorno accompagnato dal suo socio sonnambulo sputacchiate ; allora saremmo proprio ridotti male, ed ancor peggio ad andare alle lezioni.
La ripresa della crisi è nelle mani di tutti, cavalcare l’onda delle manifestazioni e degli scioperi, per metterci su il cappello politico, è la più bieca forma di qualunquismo e populismo ; ma forse è fare solo questa squallida sceneggiata, per avere ancora una larvata presenza in questo scenario istituzionale che hanno devastato.

OkNotizie

Media 4.33 su 5
Share


1 commento

No ping yet

  1. Avatar
    vales scrive:

    Spero tanto che il governo Monti abbia i coraggio e soprattutto la forza di andare avanti. Tutta l’Italia onesta e perbene è con lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*