BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Nov
03

« Maurizio Landini e i valori tradizionali del sindacato »

landini

S


i sta tanto a parlare della figura del Landini come sindacalista e come politico, in effetti è l’unica mosca bianca rispetto alle altre sigle sindacali, per il semplice motivo che lui nasce veramente dal basso e senza favoritismi di nome o dinastici ; basta leggere una sintesi biografica.
Il : “Maurizio Landini è il penultimo di cinque figli. Il padre, attivo durante Resistenza, svolgeva l’attività di cantoniere, la madre lavorava come casalinga. Cresciuto a San Polo d’Enza, dopo le scuole medie si iscrisse a un istituto per geometri, ma fu costretto ad abbandonare la scuola dopo due anni per contribuire alle magre entrate familiari, e a quindici anni lavorava già in un’azienda metalmeccanica in qualità di apprendista saldatore. A metà degli anni ottanta, delegato sindacale della FIOM, venne convinto a impegnarsi a tempo pieno all’interno della struttura sindacale di appartenenza, e da lì iniziò l’itinerario che lo avrebbe portato venticinque anni dopo a raggiungere il vertice dell’organizzazione” . [fonte Wikipedia]
Quindi un vero ed autentico self-made man, che si è fatto una posizione con il proprio lavoro, partendo dal nulla e senza l’aiuto di altri ; cosa che ben pochi politici e sindacalisti possono vantare ; per non pochi è solo un attività per fini personali.
Sulle macerie di quello che fu una sinistra, intesa alla Berlinguer, è l’unico che ha un carisma grazie alla sua schiettezza ed alla capacità di parlare alla gente con semplicità ;
lui non conosce il sindacalese e ne tanto meno il politichese, agisce sempre nel confronto scontro secondo la vecchia tradizione sindacale.
Ad oggi, l’elettorato di una sinistra delusa dal “renzusconismo” ed i suoi patti segreti con il Berlusconi, dalle cantasilene della Camusso, dai vagheggiamenti antropomorfici del Ventola ; vede nella sua figura il personaggio da opporre al Renzi grazie al suo comportamento lineare, da sindacalista non compromesso con le pastoie più burocratesi del sindacato.
Come scrive Giuseppe Musmarra, su http://www.huffingtonpost.it/, l’articolo “A sinistra di Renzi? C’è un solo leader: Maurizio Landini” :
“La grande dote di Landini è che difende i vecchi valori sindacali declinando tale difesa con linguaggio fresco, moderno, brillante. E dunque potenzialmente non si discute. Ma la vera domanda, a questo punto, è: accetterà di scendere in campo direttamente? Al di là delle tattiche, delle strategie, di una certa diffidenza sempre da lui nutrita verso l’impegno politico in prima persona dei sindacalisti, le possibilità di riuscita di quell’esercito, di quella gente che ha sfidato Renzi in piazza, ebbene quelle possibilità allo stato delle cose dipendono solo da lui. Hanno solo un nome: Maurizio. E solo un cognome: Landini. Tutto il resto, elettoralmente, da quelle parti è noia…”
Come non dargli ragione, e se ciò avverrà, allora vedremo cambiare qualcosa ; come diceva Berlinguer : “ Ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non solo uno per uno”.

Media 4.33 su 5
Share


7 commenti

No ping yet

  1. Avatar
    attilio cece scrive:

    Chissà perche se penso a bonanni e Landini mi vengono in mente la merda e il cioccolato… dove, ovviamente, Landini è il cioccolato !!!!
    E se ci fosse qualcuno che non non condivide chè, a suo dire non ci sono differenze, gli suggerisco di assaggiarle.
    Dedicato ai patetici iscritti alla cisl che si sono scelti un simile essere per guidarli (chi si somiglia si piglia?) !!!!

  2. Avatar
    algoritmo scrive:

    Landini il capo supremo dei centri sociali,le SS del partito comunista

  3. Avatar
    michele turrini scrive:

    Nei decenni le battaglie per i diritti si sono trasformate in assemblee sui premi produzione ferie pause caffè avendo raggiunto diritti che in nessuna attività in proprio ci si potrebbe sognare. 13esima, maternità,ferie,permessi sindacali,permessi,”paternità”,malattie a carico di imprenditori e dei contribuenti e divenendo così un assemblaggio di poteri nonchè,infatti,di una fucina di politici proiettati alla ribalta dalla piattaforma sindacale.. e Landini oggi ci viene a riesumare i valori tradizionali del sindacato? Landini è una vergogna nazionale. [Forebase]

  4. Francesco Iagher
    Francesco Iagher scrive:

    Mentre altri due fanno cenette tra il lusco e brusco col Berlusconi e poi quello che andato in pensione con due eurini…
    Tra i tanti sindacati quello più pulito ha la rogna.

  5. Avatar
    MARILENA scrive:

    Landini è una persona seria che crede in quello che fa e con passione difende i diritti dei + deboli, è l’unico sindacalista che non si è mai piegato ai ricatti. @michele turrini, solo uno SCHIAVISTA puo’ pensare che i diritti dei lavoratori valgone zero! [Forebase]

  6. Avatar
    Roberto Unbekannt scrive:

    @MARILENA Se permetti: sono stato capo sindacalista di 340 operai mi sono dimesso xché la direzione sindacale mi obbligava a difendere un fanullone. Poi nella vita ho fatto il capo reparto ( altra ditta x dissipare I dubbi) ti devo dire che la MERDA esiste nelle 2 fazioni.
    Landini é una persona strutturata ma pensa che solo lui o quelli come lui detengono la verità assoluta nella vita devi evolvere e adattarti se vuoi sopravvivere alle altre teorie. Cmq. é una mitragliatrice di slogans e frasi gia`fatte osserva ripete sempre le stesse cose.
    Le stesse cose (brainwashing) x gli ascoltatori come del resto TUTTI I POLITICI COMPRESI QUELLI DEL M5S, ho ascoltato Grillo ha ripetuto di seguito almeno 3 volte la stessa frase con delle sfumature ma in fondo . [Forebase]

  7. Avatar
    michele turrini scrive:

    @marilena leggi bene quello che scrivo se vuoi intervenire su argomenti difficili e complessi ma non hai gli strumenti e le competenze; ho trattato 20 anni con sindacalisti cgil e rappresentanti aziendali interni e nel ’98 ha avuto la RAI in azienda per un contratto, che concedeva ai lavoratori di culto diverso una giornata di permesso per celebrarlo,primo e unico in italia; quindi anziché sentenziare su tutto,su argomenti a te estranei difficili e complessi,esprimi le tue opinioni con la prudenza e la modestia necessaria; questo paese è allo sbando anche per il pressappochismo e la faciloneria con cui si formano ,o meglio si disinformato,le coscienze come la tua, abbarbicate a ideologie precotte e servite sempre con qualche decennio di ritardo rispetto alle necessità e ai bisogni dell’individuo e della società. [Forebase]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*