BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
10

« Miserie e piccinerie della nostra politica »

N


On è passato un secolo ma solo un mesetto che lo scopatore verderamarro maronziano aveva tuonato dal palco ai suoi bravi : “Non accetterò nessuno scambio con il Pdl, io che ho impugnato le scope come potrei allearmi con B in campo? “. accordo_lega_pdl
Inutile elencare anche quelle dei suoi peones, un coro sintonizzato al ritorno della Lega dura e pura, ma poi è bastato il classico piatto di lenticchie condito di promesse ; e tutti quei bei propositi finiti in fumo.
Ne hai voglia a convincere la base leghista, sulla gabola della macroregione, a tal riguardo merita leggere, oltre che al pingue ritorno di tasse (per evidenti costi di spesucce dei vari ras) ; le utopie propalate in questi anni hanno fatto solo sorridere nel vedere quanti gonzi credevano a quelle scene di fiere paesane.
La migliore sintesi a questa storia d’invereconda incoerenza, la ha realizzata Repubblica, che ci regala le perle del pensiero patonziano e quello verderamarro rutteggiante ; una apoteosi di nullità politica e di sole convenienze personali.




Ma quello che fa più male sono le piccinerie che vengono fatte negli altri partiti, liste o movimenti ; valenti giovani con provata esperienza “rottamati”, per personaggi tarlati e usurati dal tempo ; che non demordono di mollare lo scranno e le prebende.
La famosa tafazzite politica colpisce senza riguardo, una pandemia agli scarsi neuroni che circolano in politica, se il riformismo è questo figuriamoci cosa possa essere il conservatorismo stile mummificato d’Arcore.

OkNotizie

Media 4.50 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*