«

»

Set
19

Mondiale professionisti, città di dilettanti


E’ vero non si nasce imparati. Ma il matrimonio tra Firenze e il mondiale di ciclismo merita e sarebbe meritata qualche riflessione in più. Personalmente non sono contrario agli eventi in città anzi, essendo la nostra città già di per se stessa un evento, farla brulicare di iniziative non può altro che farle bene. Il problema però è lo spazio. Una partita di calcio, un concerto, la stessa maratona sono eventi circoscritti a luoghi (stadio) o limitati nel tempo di un giorno o due. Il mondiale di ciclismo che dura 8 giorni più uno (la fase di smontaggio) con interessamento di quasi tutta la città, non può essere preso sottogamba come una fiaccolata o una manifestazione. Le ordinanze che vietano la circolazione dalle 9 alle 18 di fatto paralizzeranno la città e questo è e sarà un dato di fatto. Poi le voci che “senza sacrificio non si fa nulla” possono anche trovarmi d’accordo, ma pensate per un attimo agli anziani soli, agli invalidi (quelli veri), ai malati, ai servizi stessi. Di fatto la città si bloccherà totalmente. Io potrò prendere la bicicletta, correre, andare a piedi, ma chi non ha questi mezzi naturali? Utilizzerà il mezzo pubblico, castrato anch’esso? Certo per il nostro sindaco tutto sarà facile e gli inviti alla comprensione per fare bella figura sono già stati fatti. Ma a me piacerebbe fare bella figura pensandole prima le cose. Sarebbe un pò come se io volessi fare una festa di 100 persone in casa mia. La prova del nove di questa superficialità la potete fare chiedendo a un vigile o telefonando allo 055055, oppure sfruttando la preziosa APP creata all’uopo tanto per essere everybody togheter… Non avrete una risposta certa, ma solo un indicazione con la morale finale”… poi veda lei…”. Vorrei tanto sbagliarmi ma conosco la città, gli amministratori e i fiorentini. A me piace vedere quando si parla della mia città, ma mi piacerebbe che tutte gli abitanti fossero soddisfatti e solo una minima parte scontenta. Purtroppo non sarà così

Media 3.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*