BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Apr
10

« Nefandismo post berlusconiano »


Il “nefandismo” è un nuovo termine per identificare una scuola di pensiero politica e non solo, se pensavano per un solo istante, che con l’uscita di B e l’insediamento del governo tecnico ‘sobrio’, vi fosse un barlume di cambiamento mal ce ne incolse. La corruzione con l’evasione fiscale e contributiva, hanno proseguito ad ingrassarsi alle spalle dei cittadini , il malcostume politico ha dato il meglio di se con tesorieri infedeli con il loro patrono politico inscritto al club “a sua insaputa”.
Sapevamo che c’era la crisi e ne aspettavamo le conseguenze, ma ha carico di tutti non solo dei soliti noti da tosare, rendendoci conto che adesso abbiamo un “potentato politico” composto da ABC (Alfano,Bersani,Casini) il cui braccio armato è il governo tecnico.
Il perfetto esecutore di quanto non hanno fatto o non voluto fare, la paura della perdita elettorale per qualcosa di difficilmente digeribile, hanno lasciato agli altri il lavoro sporco di norme vessatorie ed impopolari.
Il fare sacrifici per lo sviluppo e la crescita è stato un ‘galactica’ presa in giro per gli italiani, di contro si sono mantenute le Provincie e dato altre prerogative, dopo lo schifo dei rimborsi elettorali usati per scopi personali ed oltre, altri 100milioni di euro alla fauna politica parassitaria.
Il famoso Ddl anticorruzione, sparito in qualche polveroso armadio, quindi si può colludere e corrompere a piacimento, fare falso in bilancio ed altra amenità renumerative per le varie lobby e cricche ; al momento quanto previsto dalla convenzione di Strasburgo del 1999 è solo rinviato ai verbi difettivi di un lontano e molto remoto tempo.
Come pure la riforma Rai e le frequenze tv indebitamente regalate, come promesse di marinai, della razionalizzazione dei doppi e plurimi incarichi come ovvio fatto orecchie da mercante, tagli alla spesa pubblica guai a parlarne è un tabù inviolabile.
Per non parlare poi delle banche e banchieri, ponti d’oro ai loro privilegi, le famose liberalizzazioni opportunamente annacquate per far contente le varie lobby ; un prosieguo delle nefandezze dei precedenti governi ma questa volta tecnicamente sobrie.
Possiamo adesso ben dirci che siano in mani oculate bancarie, dove ogni nostro afflato è tassa o commissione, il popolo deve solo appecoronarsi alle sua desiderata, è solo un branco di pecore da tosare.
Viene solo un barlume di dubbio ma per chi ? di certo non per il popolo/elettore ma per la solita classe parassita con le sue lobby voraci, aspettando che niente cambi ne oggi e ne domani, le future elezioni così congeniate sono solo una farsa per restare dove stanno.
La nemesi italiana è solo il nefandismo, dalla fase di mani pulita è la sua peste nera, ci vorranno generazioni per cambiare.

OkNotizie

Media 4.50 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*