BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Gen
16

« Nella tana dei leoni »

B


isogna ammetterlo, il ritorno della mummia d’Arcore ha qualcosa dell’incredibile, dopo l’uscita ignominiosa dalla porta di servizio del Quirinale, ci si aspettava un suo ritiro tranquillo ai giardinetti a godersi figliolanza e nipoti.
Invece covava il suo grande ritorno sul proscenio politico mediatico, esseno un animale di spettacolo, non poteva restare troppo in cattività, la gabbia del vivere come persona normale gli stava stretta ; ma ancor più la folla delirante alla sua apparizione per appagare il suo ego. il_ritormo_del patonza
Come televenditore ha surclassato alla grande la Vanna Marchi, stracciato la fama di clown del mitico David Larible, considerato il più grande clown al mondo, oscurato la mimica facciale del celeberrimo Petrolini.
Imparato con dovizia il copione da recitare, si è lanciato nella tana dei leoni televisiva, ovviamente scegliendo la prima sul suo terreno e con una conduttrice accondiscende e cinguettante, nella trasmissione Domenica Live ha aperto le danze in orgia mediatica senza pari.
Ci sono stati intervistatori che hanno saputo fare il proprio mestiere, vedi Giletti, che lo ha infastidito a dover rispondere fuori dal compito preparato ; ci si aspettava un incontro al calor bianco con la trasmissione Servizio Pubblico, ma è stata una boutade a dir poco pietosa.
Unico che si è salvato da quel the tra vecchie signore, è stato Gianni Dragoni inviato del Sole 24 Ore, che lo pizzicato sul nervo scoperto di come da un fallito sia arrivato ad essere mega miliardario ; nel chiaro intento di sottolineare che la politica è innanzitutto affari.
Poi il crescendo in ogni dove e su ogni possibile emittente televisiva, un tour infaticabile come un circo a spasso per l’Italia ma con rigorosamente lo stesso copione, come gli ha fatto notare il mitico Vespa, di muovere le labbra ed avrebbe recitato lui tanto lo conosceva a memoria.
Ma lo spettacolo a raggiunto apici mai visti, alla nuova trasmissione di Sky “lo spoglio” condotta dalla Ilaria D’Amico una sua dichiarazione ha fatto scompisciare dalle risate le galassie conosciute e non, testualmente : “Certo che sono un cattolico diligente: ho 3 sacerdoti in famiglia e 7 zie suore, da giovane suonavo l’organo e ho pure una cappella privata ”
Ma chissà se la profezia mimata s’avveri, ad Omnibus uno scenari etto tra il patonza ed l’Ingroia ; vederlo è meglio di cento discorsi


Ma tutto ciò è solo l’inizio, come ogni buon circo lo spettacolo continua.

OkNotizie

Media 4.33 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*