BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mag
15

« Non c’è due senza tre, avanti il prossimo »


Dopo il grande repulisti nordafricano, anche sull’Europa è cominciato a soffiare il vento del rinnovamento, un ciclo di storia si sta concludendo con l’avvento di nuove forze che dovrebbero avere la capacità di cambiar pagina.
Il primo a mollare gli ormeggi qual insalutato ospite, è stato il nostro cav. Patonza, che gatton gattoni è filato via dalla porta di servizio ; adducendo alle sue incommensurabili incapacità, il senso mai avuto, dello stato istituzionale.
A seguire, nel singolar tenzone francese, il Sarkozy battuto sonoramente dall’Hollande, anche oltralpe il desiderio di scrollarsi i boiardi di un regime ormai asfittico per l’Europa, tentando grossolanamente d’imporsi con fare napoleonici da ancien regine.
Adesso, per la fare la terna, anche la nostra cancelliera Merkel nella prospera Germania, ha la sua battuta d’arresto, il Cdu ha perso nel Nord Westfalia contro Spd e Verdi ; quindi la vittoria di Hannelore Kraft mette in discussione la politica walkiriesca sin’adesso adottata; preludendo ad una sfida rosa per Berlino.
Alla dichiarazione fatta dalla Merkel : « la sconfitta della Cdu non influirà sull’attuale politica europea della Germania e il mio lavoro in Europa non subirà conseguenze» ; credo che dovrà ben riflettere che adesso il quadro sociopolitico europeo sta cambiando, forme egemoniche non troveranno più spazio.
Adesso ci sarà da vedere nel resto dell’Europa, perché già questi sommovimenti hanno influito nel quadro generale dell’economia e dell’assetto sociopolitico, ci vorrà una grossa forza di volontà per ridare il via al volano della crescita, la sola politica del rigore è una strada senza uscita.
I venti della crisi e della speculazione soffiano impietosi sulla comunità europea, saranno capaci di governare e tenere a galla le varie economie, il pensare : “ognun per se Dio per tutti”, sarà l’effetto domino del crollo di un sogno chiamato Unione Europea.

OkNotizie

Media 4.33 su 5
Share


1 commento

No ping yet

  1. Max Miniati
    Max Miniati scrive:

    Caro Frank, l’Europa è stata un utopia sin dall’inizio. poteva andare bene per Shenghen, forse le dogane, ma ogni stato ha la sua storia ed economia. pensa all’Italia al Nord e al Sud… L’europa deve finire o almeno devono cambiare le regole. Gli inglesi pensi che siano più stupidi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*