BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mag
02

Notte triste


Prendo spunto da facebook dall’amico Giovanni Calabresi che di recente posta così:
“Scusatemi, ma questa moda delle Notti Bianche e l’idolatria della piazza, la trovo stucchevole. La Citta’ va vissuta attimo per attimo, mirandone e contemplandone gli aspetti piu’ esclusivi ed i particolari apparentemente insignificanti. Come sorseggiare un buon whisky invecchiato o un vino Chianti delle nostre colline. La Notte Bianca e’ come travestire la Citta’ da Clown, fare Luna Park a tutti i costi, fare una cena a buffet e mettere nello stesso piatto dall’antipasto all’ammazzacaffe’…..e’ il sintomo piu’ evidente che questa societa’ non ha piu’ il senso del gusto e della misura. Come dire: viviamola una notte, in una sbornia indistinta, tra spintoni e schiamazzi e, poi, a fanculo….scusate il termine”
Personalmente non posso essere più che totalmente d’accordo con tale affermazione. Siamo talmente inebetiti da false sirene che oggi ci troviamo a vivere la città “soltanto” una o due notti l’anno a comando dell’amministrazione. Io che ho sempre fatto parte della “movida” fiorentina trovo Firenze una città tristissima la sera, vuota, inespressiva, senza un filo logico che la leghi ad un senso estetico alla quale è sempre stata legata. La Notte Bianca, un grande bluff… Per Firenze ogni notte dovrebbe essere bianca perchè vissuta dai fiorentini e dai turisti e non a comando di qualcuno. Ha ragione Calabresi quando scrive “viviamola in una notte e poi fanculo al resto…”, un pò come l’ultimo dell’anno che bisogna per forza divertirsi. E le altre 364 notti fiorentine come vengono vissute? Perchè non si derogano tutti quei permessi per vivere la città anche gli altri giorni dell’anno? La Riviera insegna che fino alle una la gente vuole divertirsi e non centra il fatto di essere una località balneare. Dopo le 22 a Firenze scatta il coprifuoco per tutto e questo stronca sul nascere tante iniziative che si potrebbero realizzare. Cari fiorentini, non vi sentite presi un pò per i fondelli, oppure è questo che volete?

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*