«

»

Feb
21

« Nunca Mas ! (mai più)»

lucchettoIT

F


Orse nel nostro paese, tra i tanti movimenti blateranti, ce ne vorrebbe uno fatto seriamente come quello delle “madri di Plaza de Mayo” in Argentina ; per ritrovare il diritto a votare ; ormai da considerare :”desaparecidos”.
Il “mai più” inteso contro lo sconcio istituzionale di avere dei premier nominati, di vedere grufolare nel Senato e Parlamento personaggi che hanno problemi in corso con la magistratura, pregiudicati padroni di partito che invece di essere banditi a vita, continuano ad imperversare.
La riforma della legge elettorale, messa in opera da un exsindaco/segretario del PD/ Presidente del consiglio in pectore, non eletto, e tra un pregiudicato in via definitiva decaduto, non è certo il frutto di un confronto politico tra le parti.
Ancora una volta, s’applica il modus operandi dell’inciucio, la conferma è data che per le consultazioni a fare un governo ; è stato messo un siparietto, giusto per sapere Pino Leoluca scrive su Forebase :
“Alla fine della consultazione Berlusconi ha chiesto di poter parlare da solo cone Renzi. Matteo ha accettato. Sette minuti in tutto. Sette minuti in cui, secondo i retroscenisti, si sarebbe siglato un patto tra il Cavaliere e il premier in pectore. Un patto ispirato alla non belligeranza. Il Cavaliere avrebbe chiesto in cambio della sua opposizione costruttiva, garanzie sulla giustizia (che finora non era apparsa nell’agenda del premier incaricato), le comunicazioni e anche sulla legge elettorale. Silvio ha strappato a Renzi la “blindatura” dell’Italicum che non subirà alcuna modifica. In sintesi i due si sono detti: tu fai le riforme io non ti metto i bastoni tra le ruote”.
E questo è il dato più allarmante, dell’altro incontro, come lo ha definito Gianni Guelfi, è stato tra “Un comiziante buono al massimo per i vaffaday e nulla più” ; ed ancora una volta gli elettori stanno a guardare, privati del diritto di votare ma scegliendo.
Ormai si è ben capito le intenzioni del #cittinofirenzese, la sua ambizione allo scranno più alto è stata soddisfatta, ma non basta al suo egocentrismo ; non ci sarebbe di meravigliarsi, viste le sue innumerevoli giravolte, che intenda tenere il Ncd nella maggioranza solo come stampella ; essendo sicuro del pieno appoggio di FI.
Ed al tafazziano PD, questo avvento turbolento, non promette niente di buono, queste dichiarazioni del Pippo Civati dovrebbero far riflettere.

Media 4.60 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*