BLOG : La voce di quasi tutti

Gen
17

Lettere



Gen
16

SE NON DEL TUTTO GIUSTO QUASI NIENTE SBAGLIATO: Lettera al CAPATAZ

Caro Grillo, ma in quale vicolo cieco sta portando milioni di italiani e centinaia di parlamentari? Prima che diventasse un leader politico, io apprezzavo le sue serate teatrali di satira e denuncia, le sue campagne contro gli speculatori e gli inquinatori, i corrotti e gli imbonitori. La trovavo istruttivo e divertente. E avevo pure combattuto per riportarla in…



Gen
06

La zerocrazia

Benvenuti nell’anno zero virgola diciassette. Quello che è cominciato da poco è l’anno che in Italia riparte da zero, o quasi. Non ha ereditato quasi nulla dall’anno precedente, deve fare tutto daccapo e navigare sotto costa con un piccolo governo di transizione. Siamo alla Zerocrazia. Asfaltato Renzi, fatti a pezzi i due poli che hanno retto la politica…



Gen
05

Il peggio del web

Peggio della stampa falsa, asservita e bugiarda c’è solo il web, l’anarchia ignorante e incontrollata della rete, il tribunale del popolo. Beppe Grillo è il più schietto prodotto di questo magma. Da tanti ci aspettiamo una critica sacrosanta all’uso distorto delle notizie da parte dei media. Da tanti meno che da chi campa politicamente sulle post-verità, sulle pre-falsità…



Dic
15

Un governo aperto ai trans

Sapete in che mani sono i vostri figli e nipoti che vanno a scuola? Nelle mani di una signora, Valeria Fedeli, sindacalista della Cgil nel settore tessile, che ha proposto un paio d’anni fa di spendere ben 200 milioni di euro per rieducare i professori all’ideologia transgender. Scopo del suo programma (disegno di legge 1680) è far capire…



Dic
12

Elogio di Feisbuc

La figlia di mio cugino. I compagni di scuola. Il compaesano emigrato da una vita. Uè, ma sono tutti a casa mia, mi aspettano con le loro faccine, il loro intercalare, le loro domande. Apro la finestra e me li trovo qui, che fanno lo struscio tecnologico con visita, meglio noto come facebook, la più grande cosca virtuale…



Dic
01

Roma per vecchi single e immigrati

Dai, su, vestiti Roma, datti una pulita. Sei impresentabile così, sporca e fetente. Le strade gonfie di monnezza, il casino e l’incuria. Quella che aveva lasciato Marino resta tale e quale con grilli, stelle & raggi. Lurida. Anzi peggio. Arriva Natale e per risparmiare sulle luminarie si usano i sacchi d’immondizia come addobbi natalizi. Sacchi di befane avariate…



Nov
29

Le sette tribù dei Millenials

Come sono i millennials, cioè i nativi degli anni ’80 e ’90, le prime generazioni a cavallo del millennio cresciute con la famiglia scoppiata, la religione marginale, l’hi-tech avanzato? Sul lavoro si dividono in quattro classi: i disadattati che non trovano posto, gli adattati che si arrangiano, gli adatti che vivono a loro agio e gli ereditari, col…



Nov
23

Ragazzi, scegliete rischi migliori

No, non sono i ragazzi pieni di ecstasy e cocaina morti all’uscita di una discoteca, a colpirci. Un copione uguale coi soliti ingredienti: sui vent’anni, il sabato notte, la discoteca, la velocità, la cocaina, l’ecstasy. Colpisce la serialità di questi incidenti, vorrei dire la tragica prevedibilità, divenuta ormai tipica, statistica, monotona. Sono morti più ragazzi così negli ultimi…



Nov
15

Silvio tra due Matteo

Lo chiamavano Trinità. Silvio Berlusconi è diventato leader di lotta, di azienda e di governo. Il primo è per il no al referendum, il secondo è per il si, il terzo è per l’inciucio con Renzi dopo il voto. Infatti lui dice di votare no, alla sua azienda fa dire si, poi arriverà la sintesi: se Renzi resta…