BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Dic
03

« Panem et politicam »

A


quanto pare la vita italica è fissata su due interessi, il primo è il “panem” alias arrivare alla fine del mese e l’altro decisamente esilarante della politica (si fa per dire) ; i due schieramenti Pdl e il PD meno L, fanno di tutto per allietarci con le loro sceneggiate alla Bagaglino.
Per il PDL, basta vedere il video di Crozza, una realtà indiscussa del suo leader e peones al seguito

; non credo che ci sia altro da aggiungere.
Per il PD, la conferma di un tafazzismo cronico, è data dai due contendenti nelle primarie, pensare per un attimo che questa propaggine politica sia nata dalle ceneri del vecchio PCI fa rabbrividire per la sua totale lontananza dei dettami di un vero partito.
Per molti versi, non sembra la scelta di due programmi di un partito univoco, bensì il contendere una primazia che ha ben poco di politica ma molto di più sull’arrivismo ; il voler rinnovare e rottamare è solo fuffa politichese per farsi spazio e cercare consensi alle prossime politiche.
E buttarla in “caciara”, come si dice a Roma, non è servito a nulla ; in politica ogni cosa al suo tempo ed i vecchi apparti vivono di regole, non di rutilanti spot pubblicitari e giochetti infornatici ; il risultato s’è visto.
A ben ragione Crozza, nell’affermare che : «solo un comico può tentare di strumentalizzare la battuta di un comico» ; come ai vecchi tempi antichi si distoglieva l’attenzione dei vari problemi ai cittadini con Panem et circenses, letteralmente: pane e giochi del circo ; adesso è solo cambiato che il circo sono quelli della Casta e dei vari movimenti.
Per quanto riguarda al “panem”, da far memento che la Casta osserva religiosamente il detto : “Pancia piena non pensa a quella vuota”.; ergo ognun per se e Dio per tutti.

OkNotizie

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*