«

»

Mar
08

Pensierino di Falbalà


E dopo una piacevole serata, eccomi immersa nella mia alba in redazione, con l’immancabile sveglia alle quattro, la corsa verso l’ufficio, il privilegio del primo canto dei merli che a quest’ora suona solo per noi creature notturne. Ecco, per me questo è il modo migliore di festeggiare l’inutile ed insulsa giornata della donna: lavorando, con impegno, mettendo a frutto le mie capacità, rendendo onore alla persona che sono, non alla donna; giacché di questo si dovrebbe parlare: di persone, con i loro meriti, le loro qualità, le loro competenze, il loro ruolo nella società. E questo vale anche per la demagogica e dannosa proposta di inserire le orride quote rosa in parlamento: non ci servono panchine per gli uomini e per le donne, cari politici, ci servono persone competenti, ci serve l’unico, vero, utile parametro con cui i candidati dovrebbero essere selezionati: il MERITO. Finché non capiremo che questa è la chiave per la spinta propulsiva del paese verso la modernità, la civiltà e la prosperità, non ci saranno aule né scranni che possano offrirci il futuro che sogniamo, in cui ogni persona possa ambire a costruirsi l’esistenza con le proprie forze, le proprie capacità ed il proprio valore individuale. Auguri agli uomini e alle donne, quindi, perché mettano sempre un pezzetto di sé in ogni cosa che fanno, rendendola speciale: lasciate le mimose ad occhieggiare dorate sugli alberi, felici e piene di vita, e buona giornata, amici!

Media 3.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*