BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Dic
30

Politicamente parlando di Gianni di Quattro

02icona_post


Di tanto in tanto, e la fine dell’anno potrebbe essere una occasione, vale la pena di pensare veramente a quello che ciascuno è senza illusioni e senza invenzioni. fare un esame vero e onesto di noi è difficile ma impegnandosi e volendolo si può fare e alla fine si può scoprire che farlo non solo è utile ma è anche stupendo perchè dà la gioia della consapevolezza come sempre la verità di ogni cosa riesce a dare.
Dirci se quello che volevamo era giusto volerlo così come quello che ancora vogliamo lo è. quello che vogliamo in generale: lavoro, ruolo, persone con le quali condividiamo pensieri e realtà per amore e per amicizia, comunque per scelta.
Un esame onesto, profondo, vero potrebbe farci scoprire che forse stiamo chiedendo troppo a noi e agli altri, alla società, o che addirittura siamo andati oltre, che molti amici non lo sono veramente e dovremmo cancellarli e non lo facciamo ma dobbiamo saperlo, che avremmo bisogno di qualche riferimento affettivo e sincero importante che forse ci manca. Che i nostri amori sono belli e insostituibili oppure no e che per Amare dobbiamo fare sacrifici oppure stiamo pedalando in discesa.
potremmo dirci se amiamo veramente quello che diciamo e facciamo e come potremmo fare per vivere in modo più sincero, con più rispetto per gli altri anche a costo di mentire, cosa è giusto volere.
Capire la mediocrità per esempio è un modo non solo per conviverci bene ma anche per uscirne. con la conoscenza, con l’amore per la bellezza, con la ricerca dei sentimenti e delle emozioni, con il piacere di sentirsi dentro la vita.

Media 4.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*