BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Ago
06

Quel 6 agosto a Castelgandolfo di Nuccio Fava


ORA DI PUNTA


La festa della Trasfigurazione, 6 agosto, segna l’anniversario della morte di papa Montini a Castel Gandolfo, assistito da sempre da monsignor Macchi, suo discreto e fedele segretario. In una intervista l’anno dopo la morte monsignor Macchi, insieme a particolari inediti sul dramma per il rapimento e l’assassinio di Aldo Moro e la strage degli uomini della sua scorta, mi disse anche dell’estrema speranza affidata nella lettera scritta di suo pugno per gli uomini delle Br e rimasta senza riscontro alcuno. Quello stato d’animo e quella amarezza accompagnarono gli ultimi giorni del Papa, che si spense però sereno e affidandosi – testuali parole di monsignor Macchi – alla misericordia del Padre. Questa torrida estate ricorda pure i 50 anni di uno straordinario viaggio di papa Montini, che nell’estate del 1962, ancora cardinale arcivescovo di Milano, si recò per la prima volta in Africa – tra il 10 luglio e il 10 agosto – attraversando diversi paesi africani e sostando in Gana, Nigeria, Sud-Africa e Rodesia. Un’esperienza di grande impatto culturale e religioso, di cui Montini riferì a Castel Gandolfo a papa Giovanni XXIII che lo trattenne a colloquio per ore, rispondendo ai resoconti del viaggio con lunghi amabili e sapienti commenti sull’ottimismo cristiano e su tante sue esperienze che ne giustificano le ragioni. Non sappiamo se fu l’ultimo colloquio tra i due Papi sulle speranze della chiesa africana, certo contribuirono alla apertura, solo di pochi mesi successiva, del viaggio di Paolo VI alle Nazioni Unite dell’ottobre ’65, definito forse anche troppo enfaticamente una giornata epica per tutto il genere umano. Si tratta di sicuro di un passo importante nella definizione dei rapporti Chiesa-mondo che caratterizzerà lo sforzo del Papa per lo sviluppo e la conclusione del Concilio Vaticano II. Evento di cui ricorre quest’anno il cinquantenario dell’inizio.

Media 3.00 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*