«

»

Nov
06

« Questa è l’Italia delle diseguaglianze »

Q


uasi non fa più notizia, vedere qualcuno che “ruba” per fame, la notizia su www.riviera24.it era


Un pensionato di 64 anni, che spinto dalla fame aveva rubato mele e noci al supermercato Eurospin, di Imperia, per un importo complessivo di 4 euro, è stato denunciato dalla polizia con l’accusa di furto aggravato. E’ stata la direzione del supermercato a chiamare il 113 […]


elemosinaSe le cose stanno così, il responsabile del supermercato è veramente una persona squallida senza sentimenti, come in altri casi furono le forze dell’ordine a pagare e non solo ma acquistare altre generi di prima necessità.
E questa è quella parte d’Italia, che giorno dopo giorno si sta immiserendo, sino ad essere nell’indigenza più totale ; con la difficoltà di comprare da mangiare e sopravvivere.
Poi esiste quella ‘casta’ italica, dove alcuni danno prova della loro grettezza, un esempio recente è quello di Antonio Razzi che ha dichiarato nella trasmissione “Un giorno da pecora” quanto segue


“Io non sono né falco né colomba, il mio cartellino appartiene solo a Berlusconi, e per lui mi butterei sotto ad un treno. Tutti i parlamentari sono di proprietà sua. Di Silvio ce ne vorrebbe altri due: l’Italia sarebbe la prima nazione, il giardino del mondo… ora guadagno sui 12mila euro al mese, nemmeno guardo… non mi rimane niente ma ci vivo”


Il primo istinto, nei confronti di questo essere, è quello di repulsa e ribrezzo per il servilismo smaccato ; ma ancor più la faccia tosta di voler passare per quasi un indigente bisognoso dell’aiuto della Caritas.
Ma purtroppo, questa è l’Italia delle diseguaglianze, stiamo retrocedendo ai tempi medioevali dove la povertà era uno stile di vita ; la classe politica attuale resterà nella storia per la sua pochezza e vacuità ; ma ancor più, da “damnatio memoriae”, per quelli che tengono bordone al #pregiudicato, che brama di ottenere la grazia.
Concedergliela, sarebbe un ennesima riprova, di come l’Italia sia una paese allo sfacelo, per averne un idea basta leggere questo articolo che ci da modo di comprendere la discesa [leggi articolo ] .

Media 4.50 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*