«

»

Mar
18

Residence Europa

max_pontevecchio-framed


Immaginate di avere una casa in un bel residence a San Vincenzo oppure nel senese. Immaginate questo bel residence fatto di villette, ognuna diversa dall’altra, con le sue caratteristiche architettoniche e quant’altro. Immaginate il vostro impegno per cercare di avere una bella casa e un posto dove vivere, tenendo anche conto delle vostre entrate mensili. Accanto a voi, o qualche villetta più in la, la casa del manager o politico, più bella della vostra, con le auto più belle, più moderna ma storicamente meno importante (la vostra è stata costruita 300 anni fa). Ad un certo punto vi frugate nelle tasche e decidete di iniziare a cambiare metodo di risparmio, perchè ci sono in ponte diverse ristrutturazioni quale il bagno, la cucina, una macchinuccia per il figlio 18 enne. E qui entra in gioco il vostro vicino facoltoso, il quale vuole condividere con te tutto questo e darti anche qualche dritta affinche le modifiche o le cose da acquistare possono essere anche di suo gradimento. “Il bagno no ciallo ma rosso, la makkina ricorosamente tedeska, il ciartino con sedie di legno della foresta nera…” e così via…
Caro vicino di altro paese, è vero siamo una casa di sgangherati, non facciamo le code regolari al mattino, e la sera facciamo anche un pò di confusione cantando nel nostro garage, ma quando qui c’erano solo campi, la tua “kasa” non era neanche costruita e noi avevamo già Dante e Michelangelo. Quando voi eravate ancora nei villaggi, il nostro popolo già costruiva acquedotti e civilizzava la gente come voi vestiti di pelli. Caro vicino, potrai forse irretire l’amministratore di condominio, ma quello che siamo e come viviamo forse ce lo può insegnare un amministratore di Vancouver o di Sydney, non certo un mangia crauti come te!!!

Media 3.00 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*