«

»

Dic
13

« Riflettendo viene il dubbio che … »

sciascia

Q


uello che scrisse Sciascia è una incontrovertibile verità, decisamente attuale per il modus operandi di certa politica e di chi piace rimestare nel torbido.
Su Facebook Rinaldo Sidoli scrive : ”Il grillismo non si sconfigge scendendo al loro livello, ma evidenziando i loro limiti, la loro incompetenza e le loro contraddizioni, ma credo che lo stesso paradigma sia valido per qualsiasi movimento o partito politico e puranco manifestazioni forcaiole.
Già il caporione avvisa i suoi manipoli : «Attenzione cittadini, i Forconi sono un tentativo di soppiantare il Movimento 5 Stelle», mentre a Torino “Forconi a braccio teso e dita dritte… [Fonte Facebook di Marco Sferini]” ; una foto decisamente eloquente.
torino11122013
Ma il bello viene da come descrivono su http://www.lintellettualedissidente.it/
“Quella dei “Forconi” è una rivolta di popolo di natura trans-ideologica e interclassista. È il sollevamento dei ceti produttivi che mira al ribaltamento della classe dominante, quella che un tempo chiedeva i tributi ai contadini e agli artigiani e che oggi reclama denaro nel nome della “responsabilità” e della “legalità”. “Una classe di parassiti – scriveva già Engels a fine Ottocento – che si porta via il meglio della produzione sia indigena che straniera, acquista rapidamente ricchezze e l’influenza sociale corrispondente”.
Tanti paroloni, ma chi c’è dietro a tirare le fila ? Chi è il burattinaio ? non si muovono centinaia di persone “AGGRATIS”, è legittima la protesta contro chi non vuol capire i bisogni del paese, ma il modus operandi è quanto mai nebuloso ; va bene non dargli connotati politici o sindacali, ma cosa si nasconde dietro ?
Ma se prendessimo spunto da questo non sarebbe bello per tutti, ritrovare qualcosa di cui non se parla quasi mai

Media 4.71 su 5


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*