BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Mar
13

« Se potessi avere mille lire al mese »


Così cantava Umberto Melnati nel film omonimo con Alida Valli ed era il 1939, adesso coi tempi di crisi nera si fischietta a malapena se potessi avere mille euro al mese ; per i più precarie e per pochi eletti con uno straccio di contratto.
La ministra Fornero del ministero Lavoro e delle Politiche Sociali, avrebbe le pie intenzioni di fare una profonda riforma del lavoro, un tabù che resiste da decenni difeso ad oltranza dai sindacati, mai affrontato dai politici per paura di perdita di consensi elettorali.
Ma al momento restano solo le lacrime alla parola “sacrifici”, ma che hanno fatto i soliti italiani alias pensionati e dipendenti, la mucca da mungere sotto ogni tipo di governo ; i sacrifici per la casta, le banche ed i banchieri, le lobby varie che si sono opposte alle liberalizzazioni ; orbene manco un centesimo anzi hanno mantenuto ed ampliato le loro prebende e privilegi.
I consumi delle famiglie italiane continuano a scendere drasticamente, basta vedere i supermercati o gli ipermercati che fanno offerte su ogni tipo di prodotto, quanto ai famosi ristoranti pieni ci sarebbe da scoprire quali,è l’impoverimento di quella che fu l’asse portante dell’economia : “il ceto medio”.
Simpaticissimo, da ridere sino alle lacrime, un articolo dal titolo : ” L’arte di vivere con mille euro al mese. Tra condivisione e sconti cercati sulla rete” di Guido De Franceschi sul Sole 24 Ore ; per il over 60 pensionati senza rete e Pc ne tanto meno uno smartfone ; dovranno affidarsi ad eventuali nipoti altrimenti gli resta come alternativa solo la Caritas.
Si legge sui giornali che siamo tornati agli anni ’80 e che addirittura si spende più per le bollette, l’auto e i trasporti che per il cibo ; ma sarebbe più realistico dire che siamo in piena recessione agli albori del boom degli anni ‘60.
E’ ornai un dato di fatto che siamo un paese in povertà strisciante, nel 2011 si parlava di circa 8,3 milioni, private dei diritti elementari per sopravvivere. ma adesso quanti saranno ?
La chimera dei 1.000 al mese di questo passo si ridurrà a qualche centinaio, ma ovviamente per il soliti pensionati e lavoratori, intanto il Pil va a fondo ed il paese sempre più a ramengo.

OkNotizie

Media 4.33 su 5
Share


Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*