BLOG : La voce di quasi tutti

«

»

Apr
17

« Siamo alla canna del gas »


Ma i nostri political-sindacati, politici d’ogni risma ed il sobrio governo tecnico se n’impippa allegramente ; sono tutti occupati a masturbarsi i neuroni per loro problematiche. I political-sindacati a far vedere quanto sono bravi senza concludere una beata cippalippa, i politici d’ogni scranno a pontificare ma cercando di salvarsi l’orticello elettorale le amministrative sono dietro l’angolo
Mentre il sobrio governo tecnico, è li, alla spremitura di meningi per trovare altre gabelle, tasse e balzelli ; unica attività nel quale riesce meglio essendo la più semplice, come scoprire l’acqua calda, prezzemolini in ogni talk show come consumate vecchie glorie ma senza un costrutto.
Mentre il paese sgavazza nella sua immane ricchezza di stenti e privazioni, d’aumenti di tariffe, balzelli a pioggia dalla regione al comune, mancherebbe giusto una tassa extra per quartiere o palazzo ; mentre di sviluppo alla crescita occupazionale siamo ai verbi difettivi.
Tant’è che si tassano le borse di studio, leggi articolo, per poi ripensarci, ma non si taglia niente alle sanguisughe della casta o dei costi della politica ; quello è un vero e proprio tabù che non osano nemmeno sfiorare.
Addirittura vanno mendicando i rimborsi elettorali, qualcuno per farsi la verginità li ha rifiutati, altri più maliziosi fanno la parte dei munifici ; ma il resto della brigata politica è con il cappello in mano e se ne fotte allegramente del paese.
Questo governo tecnico aspettato come il messia salvifico per un paese ridotto a strame, dopo aver fatto la loro brava figura d’immagine alla prova dei fatti si stanno rivelando tanto ne quanto alla vecchia classe politica.
Raccontarci sempre di quali sono le nostre malattie endemiche, ma non fare una beata mazza per curarle, lascia sobriamente perplessi, ma rafforza ogni giorno di più, che questo governo tecnico è ostaggio dei politici che s’oppongono a certe riforme e dettano solo quello che a loro sta bene.
Questo tipo d’andazzo di ridurre il paese alla canna del gas, non farà altro che favorire i tribuni della plebe, i vari tromboni del qualunquismo spicciolo e che cavalcano il populismo alla vecchia maniera dei cispadani d’antan.
Se prima il paese era nel ridicolo internazionale, adesso siamo con le pezze e puranco sdrucite, alle tante chiacchiere se non seguono i fatti veri, al voto ci andranno da soli.

OkNotizie

Media 4.50 su 5
Share


1 commento

No ping yet

  1. Avatar
    Renza Ricci scrive:

    ecco perche’ gli italiani dormono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato!


*