BLOG : La voce di quasi tutti

Lug
20

C’era una volta Silvio

Per un’assemblea di partito che non doveva decidere su temi fondamentali, in un sabato caldissimo di metà luglio, un’ora e mezzo di discorso è un tempo infinito. Ma forse c’era da immaginarlo, perché nessuno come Renzi è bravo a riempire i vuoti, soprattutto nella comunicazione meteo-centrica di mezza estate, e a dettare l’agenda ai mass media…



Giu
01

Sorprese annunciate

Sarebbe frettoloso giudicare la tenuta di una maggioranza e la forza delle opposizioni sui risultati di ieri: ci si può limitare soltanto a qualche spunto, per un paio di motivi. Il primo è che il voto alle Regionali è forse quello in cui l’opinione pesa di meno: capita spesso che siano i candidati nelle varie liste a trainare il…



Mar
13

Il leader senza maglia

Se c’è un vuoto normativo, ci si può arrangiare con la prassi o con la giurisprudenza. Ma se c’è un vuoto in politica, dice un vecchio proverbio, è destinato a durare pochissimo, perché qualcuno prima o poi lo riempirà. La conferma dell’assoluzione di Berlusconi in appello, da parte della Cassazione, non cambia il panorama politico italiano, ma cambia di…



Dic
07

Rientra tutto

Le campagne elettorali costano, e a Roma costano parecchio: dice una leggenda metropolitana che, alle ultime Regionali, qualche candidato abbia superato i 300 mila euro di spesa. Sulle parlamentarie – quelle che mobilitarono gli aspiranti deputati e senatori alla ricerca di 5 mila voti nelle vacanze di Natale 2012 – non si hanno stime precise, anche se qualche protagonista…



Nov
25

La guerra dello share

Alle 9.54 di ieri mattina, dal profilo Twitter di Angelino Alfano, il dottor Jeckill spiegava che il Centrodestra diviso aveva regalato la Calabria al Centrosinistra. Nove minuti dopo, dal medesimo account e sullo stesso social network, mister Hyde commentava il voto in Emilia Romagna: lì era stata colpa dell’alleanza con la Lega, che si era mangiata Forza Italia. Divisi…



Pagina 1 di 11